Istat, quasi 5 milioni di persone vivono in povertà assoluta

13 Luglio, 2017, 13:43 | Autore: Doriano Lui
  • Reddito di Inclusione nuovo obiettivo per contrastare la povertà in Italia baster

Aumenta poi la povertà assoluta tra i minori, dal 10,9% al 12,5% (per 1 milione e 292mila tra ragazzi e ragazze).

Rispetto al 2015 si rileva una sostanziale stabilità della povertà assoluta in termini sia di famiglie sia di individui. Dieci anni fa gli italiani in povertà assoluta, cioè quelli che non possono permettersi un paniere di beni e servizi essenziali per uno standard di vita accettabile, erano 1,66 milioni. Non solo: lo scorso anno l'incidenza della povertà assoluta tra le famiglie con 3 o più figli minori è salita dal 18,3% del 2015 al 26,8%. "Questo significa che in meno di 10 anni i cittadini in povertà assoluta in Italia sono aumentati del 95%, praticamente raddoppiati".

Per avere un'idea della progressione basta guardare le serie storiche, che per il periodo 2005-2013 l'Istat ha "ricostruito" visto che dall'anno successivo le elaborazioni si basano non più sull'indagine sui consumi delle famiglie bensì su quella sulle spese. Un dato che sale a 8,4 milioni di persone se si considerano anche i soggetti che vivono in condizioni di povertà relativa.

Nel 2016 si stima che 1 milione 619mila famiglie (6,3% delle famiglie residenti) siano in condizione di povertà assoluta in Italia, per un totale di 4 milioni e 742mila individui (7,9% dell'intera popolazione). Nel 2016 hanno toccato quota 8,46 milioni.

La posizione professionale della persona di riferimento incide molto sulla diffusione della povertà assoluta. "Si può e si deve fare di più", conclude Dona. L'incidenza di poverta' assoluta per le famiglie e' pari al 6,3%, in linea con i valori stimati negli ultimi quattro anni. Rimane, invece, piuttosto contenuta tra le famiglie con persona di riferimento dirigente, quadro e impiegato (1,5%) e ritirata dal lavoro (3,7%). E come negli anni precedenti l'incidenza di povertà assoluta diminuisce al crescere del titolo di studio della persona di riferimento: 8,2% se ha al massimo la licenza elementare; 4,0% se è almeno diplomata.

Soprattutto in crescita tra le famiglie più giovani, mentre gli anziani stanno meglio come indice assoluto. A livello geografico, il picco della povertà assoluta si registra ancora una volta nel Mezzogiorno: qui l'8,5% delle famiglie è in povertà assoluta, contro una media italiana del 6,3 per cento.

Raccomandato: