Cagliari, crede di aver ucciso la ragazza: si lancia dal cavalcavia

14 Luglio, 2017, 13:18 | Autore: Santina Resta
  • Cagliari, crede di aver ucciso la ragazza: si lancia dal cavalcavia

E' questa la storia di un 25enne di Cagliari, Riccardo Madau, che si è ucciso lanciandosi nel vuoto da un cavalcavia vicino allo stadio Sant'Elia. Un ragazzo di 25 anni, R. M., è stato trovato morto sotto il cavalcavia dello stadio mentre la fidanzata, M. P. di 26 anni, è stata trovata in coma nei parcheggi.

Picchia a sangue la fidanzata, poi, pensando di averla uccisa, si lancia dal cavalcavia e si uccide.

I fatti sono avvenuti intorno alle 3. Il 25enne avrebbe colpito ripetutamente al volto la ragazza.

La giovane ha cercato di allontanarsi dal fidanzato e dopo aver percorso qualche metro, si è accasciata a terra priva di sensi. A quel punto, forse preso dal panico, Madau, è fuggito.

Sarebbe stato il custode del nuovo stadio del Cagliari (in costruzione proprio accanto al vecchio che sarà demolito e ricostruito) a far scattare l'allarme dopo aver udito le urla provenire da fuori.

Ora la ragazza, trasportata con un'ambulanza all'ospedale Brotzu, è ricoverata in prognosi riservata e sono in le indagini per accertare l'esatta dinamica dell'accaduto.

Sul posto sta operando la Polizia che ipotizza un tentato omicidio e il conseguente suicidio del giovane.

Raccomandato: