Fermati i tre giovani detenuti evasi dal carcere di Barcellona

14 Luglio, 2017, 21:03 | Autore: Santina Resta
  • Fermati i tre giovani detenuti evasi dal carcere di Barcellona

L'arresto L'uomo è stato rintracciato nella stazione di servizio Frascati Sud lungo l'autostrada A1, nei pressi di Roma. Le forze dell'ordine sono riuscite a rintracciare Vittorio Smiroldo, Emanuele Rossitto e Gaetano Sciacchitano. Il 43enne potrebbe essersi allontanato autonomamente da Terni, utilizzando mezzi pubblici. Nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto stavano scontando pene comprese fra i cinque e i sei anni. "Ad aprile di quest'anno era stato chiesto dal deputato Alessio Villarosa di promuovere l'adeguamento della pianta organica della (ormai divenuta) casa circondariale di Barcellona considerando le nuove esigenze che la struttura carceraria complessa necessitava". "Per quanto ci è dato di conoscere, in questo momento la situazione delle carceri italiane è tutt'altro che normale", denuncia intanto il sindacato di polizia penitenziaria Osapp, come riporta Repubblica, "Le attuali evasioni, frutto di una politica penitenziaria dissennata che mette il detenuto al centro di ogni possibile diritto e concessione anche se non meritati, a discapito del personale di polizia penitenziaria, mettono a rischio soprattutto la civile convivenza e la sicurezza dell'inermi cittadini", ha aggiunto ancora il sindacato. Accompagnato da un volontario della Cooperativa, avrebbe dovuto lavorare dalle dalle 7.15 alle 12.30. "Non si capisce il motivo per cui, dovendo stare solamente poche ore fuori dal carcere - concludono Bonino e Capece - era stato autorizzato a munirsi di 50 euro, soldi che evidentemente gli sono serviti per scappare".

Numeri Nel corso del 2016 si sono verificate, nelle carceri italiane, 6 evasioni da istituti penitenziari, 34 evasioni da permessi premio, 23 da lavoro all'esterno, 14 da semilibertà e 37 mancati rientri di internati. Anche queste possono essere le conseguenze alle quali si va incontro con lo smantellamento delle politiche di sicurezza dei penitenziari e delle carenze di organico della polizia penitenziaria che ha 8 mila agenti in meno. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Raccomandato: