Casa » Sport

Vettel: Silverstone è un bel posto per correre e… vincere!

14 Luglio, 2017, 12:12 | Autore: Eufebio Giannola
  • Vettel: Silverstone è un bel posto per correre e… vincere!

Ora sono 20 i punti di vantaggio di Vettel su Hamilton nella classifica piloti, ma ovviamente è ancora tutto in bilico. Per me è andata bene, mi sono goduto un evento grandioso, specialmente per i tifosi che hanno potuto vedere la Formula 1 da una prospettiva diversa. Entriamo nella fase "calda" della stagione, e non solo a livello climatico senonché queste sono le gare che iniziano a indirizzare il campionato verso chi meglio fa il proprio lavoro.

I vincitori furono i francesi Louis Wagner e Rober Sènèchal al volante di una Delage 155B. Una soluzione che ai "puristi" sicuramente non piacerà ma che secondo la nostra opinione dalle è sicuramente migliore rispetto ad Halo che era stato provato più volte nelle libere della scorsa stagione. In Austria è stato battuto solo in partenza.

Ho vissuto in Gran Bretagna per due anni e mi è piaciuto. Presente in calendario sin dal 1950, il circuito di Silverstone è tra i più rapidi in assoluto: il 65% del giro viene percorso in pieno e la velocità media si attesta sui 225 km/h.

Il circuito è un misto tra curve veloci e rettilinei e zone più "guidate", le temperature di solito non sono alte e non vi è una particolare sollecitazione all'impianto frenante. Sabato 15 si parte alle ore 11 con le Prove libere 3 e alle 14 appuntamento con le Qualifiche.

Il tracciato misura 5.891 metri, con un totale di 18 curve (10 in senso orario e 8 in senso antiorario ) per coprire una distanza totale di 306,198 km.

Sulla pista di Silverstone da quattro edizioni è dominio Mercedes: vittoria di Nico Rosberg nel 2013 e poi tre volte Lewis Hamilton, l'anno scorso davanti a Max Verstappen (Red Bull) e al compagno di scuderia Rosberg. Naturalmente in caso di pioggia saranno disponibili: Intermediate - Full Wet.

Il Clima in Gran Bretagna come noto anche nei periodo estivi non è certo dei migliori se lo paragoniamo alle regioni facenti parte del mediterraneo. I rapidi cambi di direzione, poi, stressano gli pneumatici. La Gazzetta dello Sport è uscita oggi con un pezzo nel quale l'autorevole Pino Allievi lancia la suggestione che i vertici di Woking si sarebbero rivolti alla Ferrari, dopo aver percepito le incertezze della Mercedes a voler tornare ad equipaggiare le monoposto di Woking.

Raccomandato: