Lavoro Occasionale, L'Inps cambia il tiro sui lavoratori agricoli

15 Luglio, 2017, 04:23 | Autore: Bianca Mancini
  • Contratto prestazione occasionale Presto

A partire da oggi i datori di lavoro potranno acquistare prestazioni di lavoro occasionale secondo due nuove forme contrattuali: il Libretto Famiglia (per le persone fisiche non nell'esercizio di un'impresa o di una libera professione) e il Contratto di prestazione occasionale (per gli altri datori di lavoro: professionisti, lavoratori autonomi, imprenditori, associazioni, fondazioni ed altri enti di natura privata, Pubbliche amministrazioni). Il compenso orario è liberamente fissato dalle parti ma non può mai essere inferiore a 9 euro l'ora, salvi i diversi limiti previsti per il settore agricolo. Utilizzando il Contratto di Prestazione Occasionale invece si dovranno corrispondere un minimo di 9 Euro all'ora ma sono 4 le ore minime di lavoro giornaliero tali da giustificare l'utilizzo di questa modalità di pagamento.

Il contratto di prestazione occasionale è vietato ad alcune imprese: quelle con oltre 5 lavoratori subordinati a tempo indeterminato; quelle attive in edilizia, escavazione, lavorazione lapidei, estrazione in miniere, cave, torbiere; quelle esecutrici di appalti di opere e servizi. È inoltre possibile effettuare i pagamenti utilizzando il modello di versamento F24. Grande soddisfazione è stata rivendicata dal Presidente dell'Inps, Tito Boeri: "Abbiamo messo a punto le procedure in tempi record, meno di due mesi", che ricorda l'esperienza dei voucher come "preziosa" avendo permesso di sviluppare procedure trasparenti che ovviassero al rischio di abusi. Tra i giudizi più positivi nei confronti di contratto di prestazione occasionale e libretto famiglia c'è Cna, con il presidente Alfonso Lorenzetto: "L'abolizione non aveva favorito il comparto, tutto ovviamente è perfettibile ma era nostra richiesta la reintroduzione di uno strumento simile ai voucher, e in questo il governo ci ha aiutati".

La registrazione "è indispensabile sia per permettere agli utilizzatori di richiedere il libretto di famiglia, sia per consentire all'Inps di identificare il prestatore quale soggetto destinatario delle prestazioni ai fini assicurativi e per il pagamento dei compensi". Per quanto concerne il Libretto di famiglia la comunicazione potrà avvenire anche dopo lo svolgimento della prestazione, purché venga effettuata entro il giorno 3 del mese successivo. Non possono essere acquisite prestazioni occasionali da soggetti con i quali il datore ha, o ha avuto da meno di sei mesi, un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa. L'avviso per il lavoratore può avvenire anche tramite mail o sms. Dei PrestO non ce ne facciamo niente, un hotel ha più di 5 dipendenti e il limite delle 280 ore è assurdo: "un cameriere può servire solo a cinque matrimoni l'anno, per esempio ". Nel caso del 'Libretto famiglia', invece, i titoli per compensare le prestazioni di durata fino ad un'ora hanno valore nominale di 10 euro (e suoi multipli), 8 euro netti al lavoratore. Il compenso giornaliero non potrà essere inferiore a 36 euro (retribuzione minima di 4 ore lavorative), anche qualora la durata sia inferiore. "Un vero e proprio lavoro a chiamata - spiega - previsto dalle normative di legge e dai contratti che regolano il mercato del lavoro in agricoltura, che non ha nemmeno bisogno della comunicazione giornaliera di inizio e fine lavoro, com'è previsto per il nuovo lavoro accessorio".

Raccomandato: