Raffaella dona la sua vita per salvare tre ragazzini, tragedia a Paestum

17 Luglio, 2017, 13:28 | Autore: Santina Resta
  • Raffaella dona la sua vita per salvare tre ragazzini, tragedia a Paestum

Avrebbe compiuto 35 anni tra pochi mesi Raffaella Esposito Alaia, l'operatrice sociale di Sant'Anastasia che nel pomeriggio di ieri (15 luglio) è annegata tragicamente nel mare di Paestum dopo essersi gettata in mare per soccorrere due ragazzi della Casa Famiglia Ghebel di Acerra, per la quale lavorava.

E' morta per salvare i bambini che le erano stati affidati. Probabilmente è stato sottovalutato il pericolo: sulle spiagge della costa sventolava la bandiera rossa.

Ha visto due ragazzi in difficoltà in mare e non ci ha pensato due volte. E, in un tratto di spiaggia libera, si sarebbe tuffata per aiutare due giovani ospiti della comunità in difficoltà.

I due minori (di cui uno trasportato in Ospedale per stabilizzarne le condizioni) sono stati fortunatamente tratti in salvo, mentre per l'operatrice sociale non c'è stato nulla da fare. Dopo pranzo il gruppo, che alloggiava come ogni anno in un campeggio della zona, era sceso in spiaggia e, nonostante il mare fosse agitato, alcuni ragazzi avevano deciso di fare comunque il bagno.

Nel frattempo, però, Raffaella era stata risucchiata dall'acqua.

I soccorritori del 118 della Croce Azzurra hanno tentato di tutto per rianimarla, ma il suo cuore si è fermato.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della Guardia Costiera di Agropoli, diretta dal tenente di Vascello Gianluca Scuccimarri e i carabinieri della Compagnia dei carabinieri di Agropoli, diretta dal capitano Francesco Manna.

Raccomandato: