Casa » Sport

Fassone rilancia, il Milan sogna anche uno stadio tutto suo: gli scenari

23 Luglio, 2017, 15:29 | Autore: Eufebio Giannola
  • Vincenzo Montella

La strategia di mercato è stata "rivoluzionaria" e in entrata non è finita qui: "Diciamo che qualcosina o qualcosona la faremo ancora, dipende anche dalle uscite". Certamente faremo altre operazioni, ma con la dovuta calma.

I tifosi ovviamente ringraziano: "Prima per strada avvertivo scetticismo, ora sento euforia e passione".

In queste poche settimane sono arrivati numerosi elementi che hanno arricchito la rosa del club di via Aldo Rossi: il centrale Mateo Musacchio dal Villareal, dall'Atalanta sono sbarcati il granitico Franck Kessié e il terzino Andrea Conti, Ricardo Rodriguez dal Wolfsburg, Fabio Borini dal Sunderland, il metronomo della Lazio Lucas Biglia, l'attaccante Andrè Silva dal Porto, il fantasista Hakan Calhanoglu dal Bayer Leverkusen e come ciliegina finale Leonardo Bonucci dalla Juventus. Abbiamo incassato anche dei no, per motivi di prezzo e prima del closing.

Tournée come questa generano un'onda lunga con la gente che dura per tutto l'anno. Abbiamo un piano quinquennale secondo cui, entro il 2022, contiamo di raddoppiare il nostro fatturato, passando dagli attuali 200 milioni a 400-500, riportando il Milan nella Top 5 mondiale. "È in arrivo una grossa sponsorizzazione ed è probabile l'ingresso in una Borsa orientale nel 2018/19".

Voluntary agreement? Siamo grati alla Uefa. Il sontuoso mercato rossonero, l'enorme spesa per la campagna rafforzamenti della stagione 2017-2018, gioca un ruolo fondamentale per quanto riguarda il credito che tifosi e osservatori più in generale conferiscono all'uomo d'affari cinese, presidente e proprietario dell'AC Milan.

Secondo recenti indiscrezioni riportate dalla redazione del quotidiano portoghese 'Record', pare che il Milan abbia messo nel mirino nientemeno che Renato Sanches, centrocampista del Bayern Monaco e rivelazione agli ultimi Europei di Francia 2016. Abbiamo inoltrato altri piani, garantendo che in autunno ci presenteremo con cose concrete e non solo progetti. Il debito contratto è rifinanziabile abbastanza agevolmente.

Ai giornalisti presenti allo scalo aeroportuale milanese ha parlato Marco Fassone, amministratore delegato rossonero: "Sono stati dieci giorni importanti, due partite importanti per il mister", ha ammesso.

Raccomandato: