Cassano: "Voglio continuare, ma se a settembre sarò a casa…"

01 Agosto, 2017, 11:14 | Autore: Fausta Monteleone
  • Cassano nessun ritiro il suo futuro potrebbe essere all'Entella

"La vita è fatta di scelte, anche professionali". Ma a 35 anni e con il calciomercato in fase avanzata non ci sono molte alternative. Per il resto, sono abituato a convivere con la pressione mediatica. "Ma ormai sono come un k-way con la pioggia, mi scivola tutto via", esordisce Cassano parlando con il giornalista de "La Stampa". L'ho capito subito... è come stare con una donna è accorgersi di non aver voglia di passarci del tempo insieme. Una questione di feeling, di aria. L'ho detto al presidente Setti, al ds Fusco, all'allenatore Pecchia. "A Verona non è scattata la scintilla, ho detto a tutti che era meglio interrompere invece di trascinare la cosa" è quanto afferma oggi lo stesso attaccante, libero da vincoli contrattuali. "Stimo Juric, ha il fuoco dentro". "Professionalmente non gli si può rimproverare nulla, evidentemente non riesce a rimanere sereno e lucido in un gruppo e vuole restare a casa". Sfido chiunque a sostenere il contrario. "Infatti al momento della rescissione mi hanno proposto di inserire la clausola di risarcimento, nel caso trovassi un'altra squadra". Opzioni a disposizione? "L'Entella sarebbe una sfida sarebbe grande, tentare il 'miracolo' Serie A. Sono stato a un passo a febbraio, avevo accettato, ma la notte ho riflettuto, non me la sentivo ancora di scendere in Serie B. Sono rimasto fermo fino alla firma con l'Hellas Verona. E io ho accettato". Voglio divertirmi, che sia in A o in B. Mi alleno correndo, l'altro ieri un'ora e venti tra Priaruggia e Nervi.

"Nessuno mi ha mai insultato o disturbato, anzi".

"Al momento ho idee ma zero proposte. Per il resto, dipende dalle ambizioni: se ne hanno, devono comprare 4-5 rinforzi".

Signor Cassano, ma è diventato matto davvero? . "Chi mi vuole deve chiamare me, non ho procuratori".

"La fine di questo mercato. i primi di settembre".

Raccomandato: