Paris Saint-Germain, ufficiale: Neymar è un nuovo giocatore dei parigini

05 Agosto, 2017, 00:44 | Autore: Bianca Mancini

Nel pomeriggio i legali del calciatore si sono presentati nell'ufficio del club e hanno versato la cifra necessaria a "rescindere per giusta causa" il contratto tra Neymar e il Barcellona. Dovrebbero essere là, in mezzo alla movida, a bere sangria e a tagliare le gomme ai bus dei turisti, il trasferimento a Parigi del giocatore più scorbutico e narciso d'occidente merita festeggiamenti infiniti. Convincere i tedeschi a privarsi del giocatore non sarà semplice, ma con un'offerta tra i 70 e gli 80 milioni di euro il Barcellona potrebbe spuntarla. "E' stato un trasferimento molto difficile, abbiamo lavorato tutti tantissimo". Sono in un grande club e in una città meravigliosa. Jorge Mendes, l'agente del portoghese, ha fatto presente alla società blaugrana l'interesse da parte di club della Premier e della Juve stessa, ma Ernesto Valverde lo considera fondamentale nella sua rosa.

Il nuovo asso, avrà al fianco il non più giovanissimo, ma sempre efficace uruguaiano Edinson Roberto Cavani Gómez, ed il ventitreenne Julian Draxler.

Il numero uno della Liga, Javier Tebas, si è fatto sentire in questo senso tramite i microfoni de L'Equipe: "La nostra intenzione non è impedire i trasferimenti, ma far rispettare le regole". Mi hanno proposto un progetto ambizioso e sono pronto per questa nuova sfida. Il primo e anche il più vicino è quello di Philippe Coutinho, ex Inter ora al Liverpool che potrebbe ricoprire vari ruoli dall'esterno al trequartista. Ho lasciato alle mie spalle tantissimi amici. Seguo sempre il mio cuore, mi dispiace che ci sia gente che pensi in questo modo. Mi sento come a casa. Dal caso Pogba a Bale, molti sono i discussi acquisti multimilionari. "Quindi se potessi farlo già domani, perché no?". "Ho grande rispetto per il Barcellona, per i suoi tifosi, non avrò mai nulla di male da dire sul Barcellona". Cerco dei titoli, quelli che il PSG desidera. Il Psg che non metterà nemmeno a bilancio i 222 milioni di euro, poiché è Neymar che si paga la clausola. "Per la prima volta nella mia vita ho disubbidito a mio padre", che non voleva lasciasse i blaugrana. Ricordo i miei primi giorni nel club, dividendo lo spogliatoio con i miei idoli, come Messi, Valdès, Xavi, Inesta, Puyol, Piqué, Busquets e altri con l'aspettativa di giocare nel club "che è più di un club". "Il mio cuore mi ha chiesto di venire a Parigi, sono felicissimo di essere qui". La storia è umanamente meravigliosa, il romanzo storico impeccabile, ma stringi stringi la questione calcistica si risolve con una noiosa dichiarazione di superiorità del ballo sulla tattica, della spensieratezza sul rigore, del ritmo nel sangue sulla resistenza delle gambe.

Raccomandato: