Game Of Thrones: Ecco il promo della 7×05 "Eastwatch"

08 Agosto, 2017, 10:48 | Autore: Bianca Mancini
  • Il “Trono di Spade” di nuovo piratato, già online il quarto episodio

Emilia Clarke: "Ci siamo detti: 'Cosa stai facendo sul mio set?' E' strano".

La loro riunione, seppur leggermente fredda, è stata decisamente più toccante di quella con Bran (che sembra aver perso del tutto la capacità di provare emozioni). La Madre dei Draghi si aspetta molte cose dal bastardo di Ned Stark, però, ne rimane delusa.

Chi aspettava un momento d'alta tensione sentimentale tra Daenerys e Jon non sarà rimasto certamente deluso da quest'episodio. Lì, Bronn ha colpito il drago con un'arma inventata appositamente, ma il drago è sopravvissuto al colpo distruggendo l'arma. Sansa invece desiderava solo essere una Lady e sposare un principe, tuttavia un promesso sposo psicopatico e due mariti improponibili dopo le hanno fatto capire che il karma a volte è davvero un gran bastardo.

La felicità nata tra le rocce della grotta si è dissolta con l'arrivo di Tyrion.

La quarta puntata è stata una delle più intense della stagione 7 di Game of Thrones.

Diretta da Jeremy Podeswa, Mark Mylod, Matt Shakman e Alan Taylor, questa settima stagione arriva in estate anziché in primavera, come le altre sei che l'hanno preceduta, poiché si è deciso di girare le scene durante i mesi invernali per ottenere un'atmosfera più fredda e grigia.

Seppure sia necessario partire dal presupposto che la teoria del drago a tre teste (Jon, Daenerys e Tyrion) sia ancora la più credibile e, da più punti di vista, logica, è significativa l'ennesima sovrapposizione (forse effimera) dello sviluppo degli eventi sui tratti sfumati di una leggenda che ci indirizza continuamente da un nome all'altro. Lord Baelish abbandona la stanza e Bran si prepara a dire addio, anche se in modo piuttosto freddo, a Meera che decide di raggiungere la sua famiglia per stare al suo fianco nel momento in cui gli Estranei arriveranno. I tempi sono stretti, e proprio mentre Jaime sta per colpire Daenerys, il drago sputa fuoco nella sua direzione. Bronn interviene ancora una volta salvando e gettandolo in acqua, dove lo vediamo pian piano scomparire, prima di essere interrotti dai titoli di coda. Se non è amicizia questa. "È sprecato con uno storpio" è tutto ciò che gli sentiamo pronunciare. Talvolta è proprio vero che i legami di sangue non significano niente.

Dopo la terza puntata, la situazione per Daenerys e i suoi alleati si era fatta pericolosa.

Jon è pur sempre un uomo d'onore e, sulla scia del motto "Il Nord non dimentica", ha risparmiato il traditore soltanto perché nella scorsa stagione ha aiutato sua sorella Sansa.

Ma soprattutto: quando si stancherà Cersei di giocare al banchiere? Ditocorto infatti glielo regala sondando in realtà cosa effettivamente il ragazzo sappia sulla verità dietro al suo attentato. Jaime si salverà dallo scontro infuocato con la Targaryen?

Non ci resta che aspettare la prossima settimana per il quinto episodio, che si spera sia incandescente e mozzafiato come questo!

Raccomandato: