Hellblade: Senua's Sacrifice, confronto tra le versioni PS4 e PS4 Pro

11 Agosto, 2017, 08:33 | Autore: Piera Gizzi
  • Hellblade: Senua's Sacrifice: disponibile un nuovo video

"Hellblade: Senua's Sacrifice" di Ninja Theory ("DmC - Devil May Cry") è appena uscito su PlayStation 4 e PC (non ne abbiamo ancora ricevuta una versione di prova però, quindi non so dirvi come è) e contiene un'interessante meccanica, potenzialmente pericolosissima e persino opinabile. Uno script del gioco vi porterà, infatti, alla sconfitta. La sentenza? Hellblade: Senua's Sacrificenon ha alcuna forma di morte permanente, nemmeno dopo più di 50 morti e vari tentativi effettuati. Il gioco si concentra molto sulla componente narrativa, ma non disdegna una serie di combattimenti.

Una componente essenziale è il fatto che la mano di Senua sia stata infettata dall'oscurità alle porte di Hel; ogni volta che la salute arriva a zero l'infezione avanza, aggravando gli effetti della psicosi, e nel momento in cui dovesse raggiungere la testa l'avventura finirebbe completamente, in quanto ogni progresso di gioco andrebbe perso per sempre. È un elemento di gioco legato alla narrazione, al racconto della salute mentale della protagonista e del suo equilibrio.

Durante la giornata di ieri sono circolate diverse voci circa la natura punitiva di Hellblade: Senua's Sacrifice. E anche se non tutti i giocatori sembrano aver gradito sono pure convinto che gli sviluppatori debbano essere incoraggiati quando tentano qualcosa di bizzarro e nuovo, quando mettono in pericolo meccaniche tanto definite come anche quella del salvataggio.

Raccomandato: