Guerra Corea del Nord Stati Uniti: la minaccia di Pyongyang

12 Agosto, 2017, 04:39 | Autore: Santina Resta
  • Sale la tensione tra Usa e Corea del Nord. McMaster

Dopo che la Corea del Nord ha fatto sapere di aver piani per attaccare la base aerea di Andersen nell'isola di Guam, a soli 3.400 km di distanza, dove sono schierati i bombardieri strategici Usa, Trump ha ricordato a Pyongyang che l'arsenale nucleare americano è "più poderoso che mai", "il mio primo ordine come presidente è stato quello di rinnovarlo e modernizzarlo" e "spero di non dover mai usare tale potere".

Seul, risoluta reazione ad ogni attacco - La Corea del Sud promette "forte e risoluta reazione" agli attacchi del Nord insieme agli alleati, Usa in testa: il colonnello Roh Jae-cheon, portavoce del Comando di stato maggiore congiunto, ha assicurato che, grazie al solido combinato militare Washington-Seul, "siamo assolutamente pronti a reagire con decisione a ogni provocazione del Nord".

Nel frattempo è previsto l'attacco per ferragosto alla base di Guam da parte della Corea del Nord. "Se dovesse fare qualcosa agli Stati Uniti, dovrebbe preoccuparsi ed essere molto nervoso", aggiunge Trump. Gli Stati Uniti ne ritornarono in possesso con la battaglia di Guam del 1944, poi nel 1950 divenne territorio non incorporato degli USA. Adesso, dopo che l'intelligence americana si è sbilanciata nel sostenere che la tecnologia militare della Corea del Nord ha raggiunto livelli di guardia preoccupanti, non considerandola più una minaccia remota, tutti si chiedono se sul serio potrebbe scatenarsi a breve una guerra se non globale comunque devastante per l'Asia estremo orientale. "Il Venezuela non è molto distante e lì c'è gente che soffre e sta morendo", ha risposto.

La Casa Bianca ha smentito il New York Times, che citando funzionari americani in forma anonima aveva scritto che ieri Donald Trump aveva improvvisato quando aveva lanciato alla Corea del Nord un avvertimento all'insegna di "fuoco e furia". Si tratta, quindi, di una ripetizione della posizione ufficiale del governo giapponese. Anche le amministrazioni passate come quelle di Bill Clinton ("debole e inefficace") e di Barack Obama, che di Corea del Nord "non voleva nemmeno parlarne". La ragione per cui Trump aveva detto che nell'esercito non c'è più posto per i trans era legata alle spese sanitarie (in genre più alte della media) che le loro cure comportano.

L'isola ha una superficie di poco più di 540 km quadrati - poco più del doppio dell'isola d'Elba - e ospita circa 160mila abitanti. E non è escluso che la cosa possa verificarsi davvero. Il Giappone nel frattempo schiera i missili intercettori. Il senatore Viktor Ozerov, ex capo della commissione Sicurezza e Difesa, ha spiegato: "Ciò che accade adesso intorno alla Corea del Nord non può non suscitare preoccupazione e spingerci a prendere misure addizionali per proteggere il nostro territorio".

Raccomandato: