Nave anti-migranti in avaria, il soccorso in mare arriva da un'ong

12 Agosto, 2017, 02:21 | Autore: Santina Resta
  • Rescued migrants watch from the deck of the Dutch rescue ship Sea-Eye as their flooded rubber dinghy with dead bodies in it is tied alongside after some migrants drowned in the central Mediterranean in international waters off the coast of Libya

La segnalazione del guasto della C-Star è stata raccolta da un velivolo lussemburghese della missione europea Sophia-Eunavformed che l'ha poi inoltrata al Centro nazionale di coordinamento del soccorso marittimo che, a sua volta, ha dirottato nella zona una nave dell'organizzazione Sea Eye.

La C-Star ha avuto una avaria al motore in acque internazionali tra la Tunisia e la Libia.

La nave anti-migranti 'C-Star', in avaria nel Mediterraneo, ha rifiutato l'aiuto della 'Sea-Eye', la nave della ong che era stata incaricata dal centro di coordinamento soccorsi di Roma di prestare soccorso agli estremisti di destra.

La C-Star, nave di 40 metri che batte bandiera della Mongolia, è stata noleggiata a Gibuti dal gruppo francese di estrema destra "Generazione identitaria".

L'equipaggio della Ong si è quindi diretto verso la nave di Defend Europe. Un portavoce degli attivisti C-Star ha infatti detto alla France presse che non si trovano in condizioni di emergenza e che la nave ha semplicemente spento i motori per risolvere un problema tecnico.

"Contattati via radio, gli identitari hanno rifiutato ogni aiuto. Questo comporta che per il regolamento internazionale per prevenire abbordi in mare (Colreg), l'imbarcazione è considerata senza comando, e ciò è stato comunicato alle navi in prossimità, conformemente al regolamento".

Ma così non è stato.

Intanto ci sono movimenti al largo della Libia, con le navi umanitarie che hanno arretrato la linea dei soccorsi, ora che la Marina militare libica ha annunciato di aver istituito la propria zona Sar (ricerca e salvataggio) nella quale le imbarcazioni delle ong non possono entrare senza autorizzazione. Da quanto si apprende da fonti italiane, però, dal Mrcc di Roma non ci sarebbe stata alcuna richiesta di intervento. Sea Eye, impegnata nel soccorso ai migranti.

Raccomandato: