Omicidio Aversa, arrestato napoletano per concorso in omicidio

12 Agosto, 2017, 03:13 | Autore: Santina Resta
  • Napoli attivista gay ucciso e fatto a pezzi in manette un presunto complice   
                       
                
         Oggi alle 18:38

C'è un nuovo arresto per l'omicidio dell'attivista gay Vincenzo Ruggiero. La Procura di Aversa sta cercando di identificare eventuali complici dell'ex militare e stanno sentendo di continuo amici, parenti, conoscenti, familiari di Guarente, della trans Heven Grimaldi (fidanzata di Ciro) e dello stesso Vincenzo, che sarebbe stato ucciso e massacrato per motivi di gelosia.

Si tratta di Francesco De Turris, 51enne residente a Ponticelli (Napoli), che è accusato, oltre che di concorso in omicidio, anche di detenzione, porto e cessione abusiva d'armi. Oggi il gip presso il tribunale di Napoli nord ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di D. Nel corso degli interrogatori, il reo confesso Ciro Guarente avrebbe fatto il nome del suo presunto complice durante un serrato interrogatorio nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

E' Francesco De Turris, un pregiudicato ai margini della criminalità organizzata di Ponticelli, è il secondo arrestato per il barbaro asssassinio di Vincenzo Guarente. Dopo il delitto, avvenuto il 7 luglio, Guarente ha riportato l'arma, una calibro 7,65 clandestina, a De Turris, che l'ha fatta sparire. Poi, messo alle strette da indizi e prove ha ceduto.

Raccomandato: