Furgone sulla rambla, due italiani tra le vittime

20 Agosto, 2017, 23:59 | Autore: Santina Resta
  • Furgone sulla rambla, due italiani tra le vittime

La polizia spagnola è alla ricerca di Moussa Oukabir, un giovane di 17 anni che avrebbe avuto un ruolo determinante nell'attentato di ieri pomeriggio a Barcellona, dove 13 persone sono morte e altre 80 sono rimaste ferite. Secondo El Pais, che cita i Mossos d'Esquadra, è sempre stato sotto sorveglianza fin dal primo momento.

Sono però giunte alcune testimonianze da parte di chi il pericolo l'ha scampato. Fuggito anche Moussa Oukadir, mentre il fratello Driss s'è consegnato spontaneamente alla polizia sostenendo di avere subito il furto del permesso di soggiorno con cui è stat noleggiato il furgone. Gli attacchi che ieri hanno colpito la comunità autonoma, fanno ripiombare l'Europa nell'incubo del terrore, un incubo divenuto ormai consueto, che ci scuote e ci sveglia e ci tiene in tensione. Il giornali iberici, tuttavia, riferiscono oggi che le attenzioni degli inquirenti si sono invece concentrate su Abouyaaqoub.

Come sottolineato da alcuni commentatori televisivi, il furgone lanciato contro la folla ha cominciato la sua mattanza in un'ora che per la Spagna significa molto, rappresentata anche dalla letteratura.

Tutti i membri della cellula terroristica in azione a Barcellona sarebbero stati uccisi.

I cinque kamikaze uccisi nella notte dalla polizia a Cambrils, una cittadina balneare a 120 km a sud di Barcellona, erano pronti a sferrare un nuovo attacco nella città catalana. La polizia e i servizi di intelligence italiani, ricevuto il nome di Driss dal coordinamento investigativo internazionale, sono riusciti quasi nell'immediatezza a risalire all'identità del giovane, a qualche elemento in più sul suo passato e ai suoi movimenti in Italia: nel 2014 infatti il 28enne era stato ospitato da una donna a Viterbo. Altri due italiani - comunica la Farnesina - sono stati dimessi dall'ospedale. Gulotta aveva 35 anni ed era di Legnano, in provincia di Milano; Russo aveva 25 anni e viveva a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza. Come lei è ricoverato in ospedale, la madre in gravi ma stabili condizioni.

Raccomandato: