Beirut: Barbie bomba, sventato attentato prevista esplosione in volo Aereo Emirates

21 Agosto, 2017, 19:29 | Autore: Santina Resta
  • Ultim'ora sventato attentato, aereo con 400 passeggeri a bordo doveva esplodere in volo, la bomba in una Barbie

Nouhad al Mashnouq, ministro dell'Interno libanese, ha spiegato che quattro fratelli libanesi-australiani, inclusi due in detenzione in Libano, avrebbero progettato di far saltare in aria l'aereo, partito da Sidney e diretto ad Abu Dhabi con 400 persone a bordo, tra le quali 120 cittadini libanesi, con le bombe nascoste all'interno di una Barbie e di un tritacarne.

Sono diverse le versioni che giustificherebbero il fallimento dell'operazione: i militanti hanno incontrato problemi, i servizi britannici li hanno scoperti ed hanno avvisato l'Australia, o il merito è dei libanesi che hanno individuato la cellula.

Il tentato attacco è stato ordito anche da tre fratelli di Khayyaf, tra i quali uno che si è trasferito a Raqqa, "capitale dell'Isis" in Siria.

I servizi libanesi hanno monitorato i contatti tra l'uomo e i suoi tre fratelli e i loro viaggi dall'Australia al Libano e viceversa.

Un attentato suicida, da compiersi su un volo tra l'Australia e gli Emirati Arabi Uniti, è stato sventato dalle autorità libanesi.

Anche se il ministro libanese non ha precisato quando è stato sventato l'attentato, pare che ci sia un legame con il blitz del 30 luglio sorso a Sydney, in cui sono stati arrestati quattro presunti terroristi.

Tempo fa le autorità australiane avevano riferito di avere sventato un piano per abbattere un aereo facendo esplodere una bomba a bordo, ma non avevano fornito dettagli e non avevano rivelato il nome della compagni.

Raccomandato: