E' morto Guido Rossi: fu commissario FIGC dopo Calciopoli

21 Agosto, 2017, 19:47 | Autore: Doriano Lui
  • Notizie Radiocor - Finanza

Sempre Rossi era stato incaricato dell'arbitrato tra la famiglia e l'Iri, che aveva la proprietà dello stabilimento. Guido Rossi si era laureato in Giurisprudenza a soli 22 anni, nel 1953, all'Università di Pavia (dove è stato alunno del collegio Ghislieri) e l'anno successivo aveva conseguito il master in Legge all'università americana di Harvard. Dal giugno 1993 al febbraio 1995, è stato presidente del gruppo Ferfin-Montedison e poi, dal gennaio 1997 al novembre 1997, della Telecom. E' stato il commissario della Federazione Italiana Gioco Calcio dopo lo scandalo Calciopoli (2006), legando il suo nome alla maxi-inchiesta e alle relative penalizzazioni, ma anche alla vittoria dell'Italia ai Mondiali di Germania.

Nella sua vita ha ricoperto incarichi che spaziavano dalla presidenza Consob, ai vertici della Montedison e di Telecom. Tra la fine degli anni Novanta e i primi anni del Duemila è stato membro del Consiglio di Amministrazione dell'Inter. "Guido Rossi, illustre giurista e uomo di sport". Nel 1981 la nomina a presidente della Consob, la Commissione nazionale per le società e la Borsa, di cui divenne garante etico trent'anni dopo, nel 2011. Rossi si trovò al centro di numerose polemiche per aver fatto parte in precedenza per 4 anni del CDA dell'Inter, squadra alla quale la stessa FIGC assegnò lo Scudetto 2005-2006 a tavolino.

Raccomandato: