Ius soli, Salvini: "Se Papa Francesco lo vuole in Vaticano, faccia pure"

21 Agosto, 2017, 21:55 | Autore: Santina Resta
  • Papa Francesco: “Assicurare istruzione primaria e secondaria ai giovani migranti”

Tony Iwobi, nigeriano responsabile federale Dipartimento Sicurezza e Immigrazione della Lega, parla invece di "gravissima e inaudita intromissione di Papa Francesco nella politica italiana".

Una presa di posizione ancora più netta in favore dello Ius Soli, ma anche del cosiddetto Ius Culturae. "È una grande responsabilità che la Chiesa intende condividere con tutti i credenti e gli uomini e le donne di buona volontà, i quali sono chiamati a rispondere alle numerose sfide poste dalle migrazioni contemporanee con generosità, alacrità, saggezza e lungimiranza, ciascuno secondo le proprie possibilità", aggiunge.

Bergoglio invita poi a favorire e accelerare il processo di integrazione "attraverso l'offerta di cittadinanza slegata da requisiti economici e linguistici e di percorsi di regolarizzazione straordinaria per migranti che possano vantare una lunga permanenza nel Paese". Per Francesco occorre anche "un impegno concreto affinché sia incrementata e semplificata la concessione di visti umanitari e per il ricongiungimento familiare". "Sarebbe opportuno, inoltre, prevedere visti temporanei speciali per le persone che scappano dai conflitti nei paesi confinanti".

"Non sono una idonea soluzione le espulsioni collettive e arbitrarie di migranti e rifugiati, soprattutto quando esse vengono eseguite verso Paesi che non possono garantire il rispetto della dignita' e dei diritti fondamentali" e' il monito di Francesco.

Ha continuato dicendo che l'Italia è lo Stato che concede più cittadinanze in Europa, oltre 200 mila l'anno, e non vi è alcuna ragione per donare in un colpo solo due milioni di nuove cittadinanze.

Prendendo spunto dal tema della giornata ('Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati') il Papa ha sottolineato che "L'apolidia in cui talvolta vengono a trovarsi migranti e rifugiati puo' essere facilmente evitata attraverso una legislazione sulla cittadinanza conforme ai principi fondamentali del diritto internazionale". La risposta di Salvini è arrivata via Facebook e ha attaccato direttamente il Pontefice.

Papa Francesco, a gamba tesissima sul Parlamento italiano, ha invocato lo ius soli, oltre alla possibilità per gli immigrati di accedere a sistema pensionistico e sanitario. Tra gli interventi quello del segretario della Lega Matteo Salvini: "Se lo vuole applicare nel suo Stato, il Vaticano, faccia pure".

Raccomandato: