Rita Pavone, accuse di razzismo dopo il retweet sui fatti di Barcellona

21 Agosto, 2017, 19:28 | Autore: Bianca Mancini
  • Bufera social per Rita Pavone

La notizia riguardava la presunta assenza degli ambulanti stranieri sul luogo dell'attacco.

Esplode la polemica sui social dopo che Rita Pavone ha ritwittato un post sulla strage di Barcellona in cui l'autore spagnolo - postando un'immagine della Rambla piena di venditori ambulanti - si chiedeva "Questa è la foto di un giorno qualsiasi sulla Rambla". La verità, raccontata da Ruggero Po nell'audio rubrica per Formiche.net è che la polizia catalana ha avviato da un anno a questa parte un'attività molto severa di contrasto al commercio di strada, e che i vu' cumprà in realtà mancano da molti mesi. Sciopero o qualcos'altro? La bufala ha attecchito ancora una volta. "Buttare sul ridicolo, per antipatia verso chi l'ha scritta, una notizia che può essere collegata alla morte di tante persone, è da vomito", ha scritto a chi continuava a criticarla.

Tantissimi utenti, tra cui il prestigioso "cacciatore di bufale" Paolo Attivissimo, le hanno fatto notare l'errore ma Rita Pavone non l'ha presa bene. Non lo scrivo io, Lo scrivono gli spagnoli. Io che sono di casa in Spagna da 40 anni e che conosco la Catalunya da una vita, mi sento dare lezioni dal turista del fine settimana.Se un quotidiano riporta una notizia smentendola, vuol dire che quella notizia è stata riportata su molti altri quotidiani.

Che i venditori ambulanti fossero stati informati in anticipo dell'attentato a Barcellona è una bufala. "Li, Cesare Lombroso ne avrebbe avuto da studiare" e annunciando denunce alla polizia postale.

Raccomandato: