Uova contaminate da fipronil: due casi riscontrati in Italia

21 Agosto, 2017, 18:40 | Autore: Doriano Lui
  • Uova contaminate anche in Italia 2 campioni positivi su 114

Bloccati 240 quintali di prodotti a rischio. Il monitoraggio ha riguardato uova, prodotti derivati e alimenti che li contengono sia di provenienza estera che nazionale. Lo rende noto il ministero della Salute precisando che è stata fatta "conseguente segnalazione alle Regioni e Asl competenti territorialmente per ulteriori accertamenti sulla fonte di contaminazione e l'adozione, in esito ad essi, di eventuali provvedimenti restrittivi". Tanto basta per dire che il Fipronil, insetticida realizzato in Belgio e impiegato anche sulle uova di allevamenti olandesi, è arrivato in Italia, benché per ora in modo non massiccio. Ad oggi i Carabinieri dei NAS hanno effettuato una miriade di campionamenti di prodotti prelevati da negozi e supermercati su disposizione del Ministero della Salute, ma anche le Regioni hanno contribuito, tramite gli Uffici Periferici del Ministero della Salute. "In via del tutto precauzionale".

Continua il ministero: "Sono stati inoltre gestiti, con segnalazioni alle autorità territoriali e attività di rintraccio, i sei messaggi sul sistema di allerta comunitario RASFF che riguardavano anche l'Italia".

La vicenda ha coinvolto 12 Paesi europei (Italia, Svezia, Francia, Germania, Austria, Irlanda, Polonia, Romania, Danimarca, Slovenia, Slovacchia, Lussemburgo e Svizzera), che si riunirano in Commissione salute dell'Ue il 12 settembre. Il presidente della principale associazione di rappresentanza e assistenza dell'agricoltura italiana Roberto Moncalvo ha affermato: "Di fronte alle emergenze sanitarie provenienti dall'estero che si ripetono nell'alimentare occorre intervenire subito con la trasparenza dell'informazione per evitare allarmismi che danneggiano imprese e consumatori".

Le analisi degli Istituti zooprofilattici sono state effettuate su 114 campioni. Sono escluse quindi conseguenze per la salute umana. In Olanda i giudici hanno confermato l'arresto per i due manager della società Chickfriend, sospettati di essere all'origine del caso. Nessuna traccia di fipronil invece nelle carni delle galline in Belgio, secondo l'Agenzia per la sicurezza alimentare Afsca. Anche l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), nelle Linee guida 2000-2002 ai pesticidi, considera il fipronil, allo stato solido, "moderatamente tossico per l'uomo". "Si teme che le uova al fipronil possano rimanere a lungo nella catena alimentare, dopo essere finiti in prodotti trasformati come torte, paste, pane", ha detto Christian Meyer, ministro della Sanità della Bassa Sassonia.

Raccomandato: