Stop a modelle taglia 36 e under 16 per Kering e Lvmh

06 Settembre, 2017, 14:22 | Autore: Bianca Mancini
  • No alle modelle troppo magre in passerella

Il benessere dei modelli e delle modelle è al centro di una carta definita da Kering e Lvmh, che verrà adottata da tutti i loro marchi. Ricordiamo per esempio la polemica nata in seguito al post su Instagram di James Scully, famoso direttore di casting, che lo scorso marzo aveva denunciato Balenciaga di trattare le ragazze in attesa della selezione come animali.

"Rispettare la dignità di tutte le donne è sempre stato per me sia un impegno personale sia una priorità per Kering come gruppo - ha detto François-Henri Pinault, ceo e azionista di Kering -". Ma il tema tocca da molto tempo il lusso.

Il mondo della moda è pronto a cambiare? . "Abbiamo la responsabilità di costruire nuovi standard per la moda e speriamo di essere seguiti da altri attori del nostro settore", ha dichiarato Antoine Arnault, membro del consiglio di amministrazione di LVMH, presidente di Loro Piana e amministratore delegato di Berluti.

- Tutti i marchi di moda appartenenti a Kering e a LVMH si impegnano a escludere dai requisiti di selezione la taglia 36 per le donne e la 46 per gli uomini: le agenzie di casting dovranno presentare modelle che vestano almeno la taglia 38 e modelli che non portino meno della 48. L'attenzione, si afferma, è rivolta verso le condizioni di lavoro di modelle e modelli; questi dovranno tra l'altro presentare un certificato medico attestante salute e idoneità al lavoro. LVMH e Kering hanno firmato un documento in cui "si garantisce la buona salute delle modelle" e che vieta di assumere ragazze sotto i 16 anni per servizi per adulti o per eventi.

- Le modelle e i modelli di età compresa tra i 16 e i 18 anni dovranno osservare regole specifiche: o Non potranno lavorare tra le 22.00 e le 6.00. o La presenza di un accompagnatore o tutore nominato dall'agenzia (che potrà essere un genitore della modella/o) è obbligatoria per le modelle/i di età compresa tra 16 e 18 anni, e le modelle/i che non hanno ancora raggiunto la maggiore età dovranno essere alloggiate/i nella stessa struttura dell'accompagnatore o tutore. o Come enunciato dalla carta, i marchi devono richiedere alle agenzie di assicurare che le modelle/i assolvano i propri obblighi scolastici. Come garanzia per il benessere dei modelli, i marchi dovranno mettere a disposizione degli indossatori uno psicologo o un terapeuta durante l'orario di lavoro. Ad assicurarsi che le norme stabilite vengano rispettate ci sarà un gruppo di monitoraggio, formato dai rappresentanti di brand, agenzie e modelli, che si incontrerà ogni anno (ogni sei mesi per il primo anno).

Raccomandato: