Fabrizio Corona: per i giudici non è delinquente professionale

13 Settembre, 2017, 12:55 | Autore: Santina Resta
  • Fabrizio Corona non è un delinquente professionale

Fabrizio Corona resta al carcere di San Vittore dopo che il Tribunale di Sorveglianza ha revocato l'affidamento in prova ai servizi sociali che gli era stato concesso in precedenza. "Siamo tutti senza parole e sotto shock", ha dichiarato l'avvocato Chiesa durante il programma mattutino di Canale 5. Lo ha annunciato il suo difensore, l'avvocato Ivano Chiesa, ai microfoni della trasmissione Mediaset Mattino Cinque.

Il magistrato di sorveglianza Beatrice Crosti però ha respinto la richiesta. "Il collegio - si legge nel documento - non ritiene di dover dichiarare Fabrizio Corona delinquente professionale ai sensi dell'articolo 105 del codice penale". Lo scrivono i giudici del Tribunale di Milano nelle motivazioni alla sentenza di condanna per sottrazione fraudolenta delle imposte a un anno di carcere inflitta all'ex 'fotografo dei vip'. Ora Fabrizio Corona sta pensando di protestare contro la decisione con uno sciopero della fame: "Gli ho detto di ragionare, di non fare così ma lo conosco, ha un carattere molto forte ed è un uomo molto determinato e secondo me lo farà e quando lo farà lo farà fino alla fine perché lui dice che ora si sente un sequestrato". "Le concrete modalità del reato per il quale l'imputato è stato giudicato colpevole non consentono infatti di ritenere, alla luce della ricostruzione complessiva dei fatti e della lontananza nel tempo delle condotte che hanno dato origine alle precedenti condanne, che egli viva abitualmente del provento dei reati". Non è stata riconosciuta né l'omessa comunicazione relativa alle misure di prevenzione né l'intestazione fittizia di beni su quei 2,6 milioni di euro trovati un po' in Italia, un po' in Austria (in un conto corrente).

Raccomandato: