Juncker: "Il vento è di nuovo nelle vele dell'UE"

13 Settembre, 2017, 12:05 | Autore: Santina Resta
  • Domani il discorso dello stato dell'UE del presidente Jean-Claude Juncker

"Nel Mediterraneo l'Italia ha salvato l'onore dell'Europa", ha detto spiegando che "dobbiamo mettere fine con la massima urgenza alle condizioni di accoglienza in Libia" dei migranti, che sono "scandalose" e per le quali "sono rimasto atterrito". "Dieci anni dopo che la crisi ha colpito, l'economia europea rimbalza", ha detto Juncker, e ha aggiunto: "Siamo al quinto anno di crescita economica", rivendicando che la crescita ora è vicina a quella degli Stati Uniti, con il +2,2% per la zona Euro. E sulle acquisizioni che avvengono dall'estero- dice - deve esserci trasparenza.

Il presidente della Commissione Ue ha rivolto anche un appello alla Turchia: "Lasciate liberi i giornalisti, non solo i nostri ma anche i vostri, i giornalisti devono restare nelle redazioni, non nelle prigioni, devono potersi esprimere liberamente".

L'Unione Europea ha "le porte aperte al commercio ma ci deve essere reciprocità", ha spiegato il Presidente della Commissione ricordando che il commercio è anche "esportazione delle politiche sociali" e che, sul piano pratico, "ogni miliardo di euro di esportazioni in più equivale a 14 mila posti di lavoro in più".

Sempre nel corso del discorso sullo stato dell'Unione al Parlamento europeo riunito a Strasburgo, Juncker ha voluto dare un tributo particolare all'Italia per quanto riguarda il tema dell'immigrazione, una delle cinque priorità dell'azione europea illustrate dal Presidente. "Vorrei che l'Ue fosse all'avanguardia nella lotta al cambiamento climatico", ha detto il presidente della Commissione europea, aggiungendo che "l'Europa deve fare in modo di rendere grande il pianeta". "In questo l'Ue ha una responsabilità comune". Ha richiamato il valore delle vaccinazioni: "Non è possibile - ha detto - che dei bambini muoiano per malattie che dovrebbero esser scomparse". In Romania e in Italia i bambini devono avere la stessa possibilità di accedere ai vaccini che hanno i loro coetanei in altri Paesi europei.

La solidarietà non può essere solo un affare intra-Ue, si tratta anche di mettere in campo una solidarietà più ampia con l'Africa. "Non ci devono essere morti evitabili nella nostra Europa". "Sono fiero della nostra industria automobilistica, ma sono scioccato che i nostri consumatori siano stati ingannati".

TURCHIA - "E' escluso nel breve termine l'ingresso della Turchia nell'Ue", ha poi annunciato il presidente della Commissione europea. Non parlo solo dei nostri, ma anche di quelli locali. "Siamo un continente di democrazie mature". "Il destino dell'euro e' diventare la moneta di tutta l'Unione europea", ha confermato il presidente della Commissione. Il presidente della Commissione ha invitato tutti gli stati membri ad aderire alla moneta unica e ha anche annunciato la creazione di uno strumento di pre-adesione all'euro per dare un aiuto finanziario a tutti gli stati che lo chiedono.

"L'Europa non è una fortezza, è e resterà il continente della solidarietà per quelli che hanno bisogno di un rifugio".

Raccomandato: