M5S, Di Maio: "Sarò candidato premier se gli iscritti lo vorranno"

13 Settembre, 2017, 05:38 | Autore: Fausta Monteleone
  • M5S, Di Maio:

Il deputato del M5s Luigi Di Maio ha ribadito che se i grillini andranno al governo bloccheranno "la Tav in Val Susa, è nel nostro programma da sempre". A pochi giorni dal raduno di Imola, dove verrà "incoronato" il candidato premier del Movimento, arriva infatti la decisione del Tribunale di Palermo che mette i bastoni tra le ruote nella corsa di Giancarlo Cancelleri alla guida della Regione, congelando il risultato delle 'Regionarie' che lo avevano proclamato vincitore.

Roma, 12 set. (askanews) - "Se i nostri iscritti vorranno indicarmi come candidato premier io ci sarò, non sarà un'incoronazione, noi dal giorno dopo non vediamo l'ora di cominciare a presentare il nostro programma al Paese". "Il Dibba che fa?", ha detto. "Di ministri ne parliamo dal 25 settembre, non faccio nomi" ha concluso. Una dichiarazione che interpella i fautori dell'opera, primi tra tutti imprenditori ed esponenti delle categorie produttive, che pure - come è il caso di Dario Gallina, presidente dell'Unione Industriale subalpina - non sono stati certo ostili all'ascesa dell'amministrazione pentastellata. Sono state le parole pronunciate ieri da Luigi Di Maio dal palco della Festa del Movimento 5 Stelle a Torino, introdotto dalla sindaca Chiara Appendino. "Quindi di affine con Salvini non ho niente". "Ma a Cernobbio ho ribadito che, quando pensiamo a un modello politico alternativo, guardiamo ai Paesi del Nord Europa per diventare una smart nation fondata sull'innovazione tecnologica". Ci saremo io e gli altri parlamentari, ci sarà Beppe Grillo, ci sarà tutto il M5s.

Nel corso della stessa intervista, Di Maio ha spiegato la posizione del M5S nei confronti dell'euro: "Nel 2014 ci siamo candidati al Parlamento europeo con un programma che chiedeva all'Ue che se non ci avessero ascoltato su alcuni principi fondamentali economici (investimenti nel settore energia, fiscal compact) allora non ci sarebbe rimasto altro che chiedere ai cittadini di esprimersi sulla permanenza nella Ue".

Il vicepresidente della Camera ha parlato anche del tema dell'immigrazione: "Sono contento che sul tema delle Ong Minniti abbia seguito quello che noi proponevamo, dispiace solo non si sia dato seguito alla legge Bonafede per mettere su quelle imbarcazioni la polizia giudiziaria".

Raccomandato: