Vaccini, oggi scade la certificazione per gli asili. Occhio alle multe

13 Settembre, 2017, 11:24 | Autore: Fausta Monteleone
  • Genitori No Vax gruppi social per boicottare la legge e la vaccinazione

"Posso ipotizzare che con il rientro di tutti i bambini, il dato del 10% si riduca alla fine alla metà".

Infine la vaccinazione antitifica, antimalarica, per l'epatite virale di tipo A e B, antipoliomielitica, antitetanica, antirabbica, contro la febbre gialla, sono consigliate per i viaggiatori, abituali o meno, che si recano in determinate zone a rischio del pianeta.

Dal 12 settembre, infatti, i bimbi per poter prendere parte alle "lezioni" dovranno essere necessariamente vaccinati, come stabilito dal decreto Lorenzin che regione Lombardia ha recepito in pieno, cancellando anche l'ipotesi iniziale di una proroga di quaranta giorni per permettere alle famiglie di mettersi in regola. Dopo questa data, per gli inadempienti scatterà l'allontanamento dall'asilo o la sanzione pecuniaria (per gli studenti delle elementari, medie e superiori fino a 16 anni). Vale anche per i minori stranieri non accompagnati.

A chi risiede in altre Regioni si consiglia comunque di contattare l'Asl competente, per qualsiasi informazione in merito all'assolvimento dei nuovi obblighi. Anche questo non è vero, perché in molti Paesi i 10 vaccini vengono somministrati sovente con le stesse tempistiche e modalità. Alla luce di questo la prassi è diversa in base al comune di residenza.

Ai nati dal 2001 AL 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita.

COSA FARE. I genitori possono presentare un modulo di autocertificazione oppure la copia del libretto personale delle vaccinazioni o ancora il certificato di vaccinazione. Anche qui, mamma e papà si sono rivolti ai Carabinieri, che, come nel caso precedente, hanno registrato l'accaduto. Entro il 10 marzo 2018 bisognerà fornire alla scuola la documentazione comprovante le vaccinazioni fatte. Tale documento dovrà essere presentato alle scuole per procedere all'iscrizione. Un proverbio azzeccato se si pensa al dibattito che si è scatenato in queste settimane tra "obbedienti" e "disobbedienti" alla disposizioni della legge 119/2017 sulla prevenzione vaccinale.

Oggi la Scienza è sicuramente più attenta e soprattutto più avanti nelle conoscenze di quanto non lo fosse cent'anni fa, e forse bisogna chiedersi se non sia il caso di usare il cervello e di arrendersi alla competenza prima ancora di credere incondizionatamente a quanto scorre sui social e sulle pagine specializzate nella pubblicazione di fake news. Per gli ultimi quattro c'è l'obbligatorietà per 3 anni, con verifica successiva del raggiungimento della copertura di sicurezza.

- Le vaccinazioni anti-meningococcica, anti-tifica, anti-diftotetanica, anti-morbillo-parotite-rosolia sono, invece, obbligatorie per tutte le reclute all'atto dell'arruolamento. Meningococco B, meningococco C, rotavirus, pneumococco. I militari, arrivati dopo circa un'ora, hanno potuto fare poco e nulla: il bimbo è rimasto fuori dalla scuola ed è tornato a casa.

Raccomandato: