Attacco a Londra: 18enne arrestato a Dover, lo stato d'allerta resta "critico"

16 Settembre, 2017, 15:51 | Autore: Fausta Monteleone
  • Londra esplosione in metropolitana alla stazione di Parson Green

Lo riferisce Skynews, secondo la quale il ragazzo è stato bloccato nella zona portuale della città, terminal dei collegamenti con la Francia attraverso la Manica, e la notizia è stata confermata da Mark Rowley, responsabile antiterrorismo della polizia investigativa. Non è stato precisato al momento se stesse per imbarcarsi o meno, né se sia sospettato come autore dell'attentato o come complice. Il fermato attualmente si trova nel commissariato locale in attesa di essere trasferito a Londra.

Annunciando l'innalzamento del livello di allerta nel Regno unito, la premier Theresa May ha detto che l'esercito collaborerà con la polizia rimpiazzando gli agenti di guardia alle grandi infrastrutture pubbliche non accessibili al pubblico. Si indaga per capire se sia stato proprio il 18enne arrestato a Dover a piazzare l'ordigno rudimentale (riposto in un secchio bianco di plastica all'interno di un sacchetto di un supermercato) esploso ieri mattina in un vagone della metro di Londra, alla fermata Parsons Green. È stato catturato dalla polizia a Dover.

L'attentato è stato rivendicato da ISIS.

Roma, 16 set. (askanews) - La polizia britannica ha eseguito stamani "un arresto significativo" nell'indagine sull'attacco alla metropolitana di Londra che ieri ha ferito 29 persone.

Ricapitoliamo un po' quanto successo: un ordigno molto artigianale usata anche in zone di guerra esplode sul treno della metropolitana presso la stazione di Parsons Green causando oltre venti feriti, la maggior parte per ustioni. Lo ha confermato la premier Theresa May che ha detto, parlando al paese, che "i cittadini vedranno più agenti armati sui trasporti pubblici e nelle strade, per una maggiore protezione". Ha aggiunto che il piano Tempora é una strategia ampiamente prevista e che viene ora attuato parzialmente. Da quando io e mio fratello siamo andati via di casa per affrontare la vita universitaria, lei si è fatta progressivamente più ansiosa e, una volta saputo che saremmo partiti per questi ultimi giorni di vacanze estive, non ha mancato di manifestare tutto il suo disappunto, per la paura che ci trovassimo nel mezzo di un attentato terroristico.

Raccomandato: