Casa » Sport

Basket, finale Europei 2017: Slovenia-Serbia data, orario e tv

16 Settembre, 2017, 10:05 | Autore: Eufebio Giannola
  • EuroBasket 2017- Alla scoperta della Serbia Bogdanovic lo spauracchio i lunghi fanno paura

La differenza, all'intervallo lungo, sta tutta nelle percentuali al tiro 61% per la Serbia, 39% per la Russia. Ad infiammare la gara saranno Goran Dragic e Luka Doncic da un lato mentre dall'altro ci penseranno Bogdan Bogdanovic e Boban Marjanovic. Anche qui nei momenti decisivi è uscito fuori Shved che però in molti momenti esagera, prendendosi tiri fuori ritmo e forzando senza motivo (2/11 da tre). Pensate oggi che super squadra potrebbero mettere insieme questi e gli altri paesi balcanici. Non è bastato. La Serbia ha vinto questo quarto e la partita 83-67, qualificandosi per la semifinale. Il divario prima della pausa è di 10 punti per la Serbia (27-38). Due squadre toste, con lunghi dominanti in area come Marjanovic e Mozgov e talento negli esterni. Non per le imprese sul campo, ma per il contratto: ancora prima di debuttare nella NBA, Bogdanovic ha firmato un triennale da 36 milioni di dollari con i Sacramento Kings (dove il general manager è il serbo Vlade Divac...), e il 25enne è diventato il rookie più pagato nella storia della Lega.

Le conclusioni - Rimaniamo con tanti dubbi, con le assenze, forzate, di Gallinari e Bargnani, ma anche col pensiero che nella prossima edizione degli Europei di Basket non avremo, probabilmente, ma speriamo di sbagliarci, Cusin e Gallinari, forse nemmeno Hackett, che sembra sempre il più indiziato, tra i giocatori incompiuti.

Nel terzo quarto il copione non cambia. Alla ripresa Shved torna ad accorciare le distanze con un canestro da oltre l'arco, ma Marjanovic e Bogdanovic dalla lunetta riportano la Serbia sulla doppia cifra di vantaggio. Parziale di 11-0 chiuso dalla tripla di Vorontsevich che vale il -7 (52-57). Però Kuzmic ha portato la Serbia a +11, 46-35. Alla sirena del 30' è 57-66.

Gli ultimi dieci minuti di gioco si aprono con la Russia vogliosa di recuperare nel punteggio e parzialmente ci riesce grazie ai liberi di Shved ed al piazzato di Zubkov, ma Guduric con la tripla rispedisce indietro il roster russo. La Serbia, invece, ci mette un po' ad entrare nella partita e trova il primo canestro dopo ben 5 minuti, con il suo leader Bogdanovic.

Raccomandato: