Il Dalai Lama in Sicilia, tra Taormina, Messina e Palermo

16 Settembre, 2017, 22:00 | Autore: Santina Resta
  • SICILIA/Il Dalai Lama inizia il tour in Sicilia, Messina Taormina e il ritorno a Palermo dopo 21 anni di distanza

A modo suo, ha inteso fare il dispetto alla maggioranza del Consiglio Comunale che a chiare lettere nelle calde settimane estive gli ha fatto capire e percepire che non si sarebbe concessa alcuna cittadinanza onoraria di Messina a Sua Santità il Dalai Lama. Ad accoglierlo all'aeroporto di Fontanarossa, il sindaco di Catania Enzo Bianco e quello di Messina Accorinti. Si tratta della cerimonia di conferimento dell'onorificenza della Città metropolitana di Messina al Dalai Lama, in qualità di "testimone di pace e solidarietà nel mondo e come riconoscimento del suo impegno a favore del dialogo, della pace e del suo messaggio di fratellanza universale, teso all'affermazione dei valori di libertà, di nonviolenza e dei diritti umani".

Subito dopo il Dalai Lama ha iniziato la sua lectio magistralis sul tema "la pace e l'incontro tra i popoli".

Infine, lunedì 18, il Dalai Lama giungerà a Palermo, dopo vent'anni dall'ultima sua visita, in cui ricevette la cittadinanza onoraria della città; era, infatti, il maggio 1996 quando Tenzin Gyatso giunse a Palermo, accompagnato dall'attore Richard Gere che presentò la sua mostra fotografica sul Tibet, e insieme parteciparono ad un convegno sui diritti umani. "Una opportunità per l'evoluzione dell'umanità" e "In cammino verso la Saggezza e la Felicità attraverso la meditazione".

Poi, lunedì mattina il ritorno a Palermo dove il Dalai Lama sarà accolto, ancora una volta dal sindaco Leoluca Orlando.

Inoltre, a margine della conferenza, verranno conferite al Dalai Lama le cittadinanze onorarie dei Comuni di Ventimiglia di Sicilia e Isola delle Femmine, oltre che una medaglia della città di Palermo.

Non soddisfatto, di aver immaginato il premio "Costruttori di pace" da conferire in questa due giorni (domani e domenica 17 settembre a Taormina ed in città) al rappresentante dell'Autorità religiosa buddista in Tibet, oggi gli ha ceduto la "fascia tricolore" che rappresenta noi tutti cittadini messinesi facenti parte del "popolo italiano" dopo averla indossata in modo inusuale ed irrispettoso... a spalla. Al Teatro Massimo - al centro di un complesso sistema per garantire la sicurezza di Sua Santità - potrà accedere soltanto chi è provvisto del biglietto o dell'apposito pass. Tantissimi i giornalisti e le troupe televisive che in queste ore stanno sbarcando a Palermo per seguire l'evento.

Raccomandato: