Scatta la pensione per 608 parlamentari

16 Settembre, 2017, 14:28 | Autore: Doriano Lui

E lo e' proprio perche' parte dalla presa d'atto che ci sono aree di enorme difficolta' sul mercato del lavoro per i giovani e per le donne.

"Il presidente dell'Inps Tito Boeri ogni giorno dispensa i suoi giudizi intervenendo a tutto campo sui temi più disparati, con particolare riguardo verso quei temi oggetto della trattativa col governo, a partire dal suo cavallo di battaglia: come ridurre la pensione a quanti l'hanno ottenuta col sistema retributivo ricalcolandogliela con il sistema contributivo" commenta in una nota Romano Bellissima, segretario generale Uil pensionati.

Nel mirino finiscono dunque anche i sindacati, complici di queste distorsioni in cui l'Italia si trova ad avere "un problema di bassa occupazione giovanile e un problema femminile per le disuguaglianze di genere", ma dalle organizzazioni dei lavoratori arrivano solo proposte sulle pensioni. "E' una questione che si riverbera sulle pensioni future, certo, ma va affrontata oggi facilitando l'accesso al lavoro di questi giovani e delle donne", ha affermato Boeri. "Non per cambiare le regole pensionistiche", sottolinea.

Inoltre se poi i governi facessero operazioni come quelle del mancato adeguamento dell'età di pensionamento alla speranza di vita, "aumenterebbe il premio al rischio Italia e ci toglierebbe risorse per politiche per lo sviluppo, anche perché le banche sono imbottite di nostri titoli pubblici". Per il numero dell'Inps gli sgravi contributivi ai giovani neoassunti sono "efficaci se sono significativi e visibili. Volessimo fare ricalcoli precisi sui contributi versati, non potremmo". Dalla revisione dei vitalizi, aggiunge, "fra parlamentari e consiglieri regionali, si possono trovare 150 milioni", ma Boeri partirebbe dalla "trasparenza: trovo davvero grave che il Parlamento non abbia reso pubbliche le cifre sui contributi versati dai diversi parlamentari". Sul tema delle pensioni, il Presidente dell'Inps è tornato anche in chiusura dell'intervista, indicando come il tema si presti a trasformarsi in un "messaggio sbagliato" e in grado di minare il recupero che l'economia italiana ha intrapreso. "Noi all'Inps ci siamo impegnati a dare alla politica economica informazioni su cio' che accade al cosiddetto debito implicito, ossia agli impegni previdenziali assunti dal sistema".

Raccomandato: