Un ricorso stoppa le Regionarie M5s "Sospesa" la vittoria di Cancelleri

16 Settembre, 2017, 22:32 | Autore: Santina Resta
  • Giancarlo Cancelleri il candidato presidente della Regione Sicliana del M5s

Giulivi ribadisce di credere "fortemente nei principi della trasparenza e dell'orizzontalità che sono alla base del Movimento 5 stelle ed è in nome di tali principi che ho sempre agito". Giulivi era stato escluso per non aver firmato un documento che gli era stato sottoposto dal Movimento e dallo staff, necessario per potersi candidare.

Le cosiddette "regionarie" M5S, i risultati delle quali sono stati presentati il 4 e 9 luglio scorsi, sono dunque al momento sospese, proprio in virtù dell'accettazione del ricorso di Giulivi: "Il mancato avvio del procedimento disciplinare - spiegano i giudici - comporta l'insussistenza della causa di esclusione della candidatura di Mauro Giulivi indicata nel provvedimento impugnato". Il vincitore Giancarlo Cancelleri non si tocca, è il messaggio che i vertici M5s e i parlamentari continuano a ripetere.

Giuilvi ripercorre su Facebook tutte le tappe delal vicenda: "A giugno 2017 ho ricevuto, come tutti gli iscritti al Movimento 5 Stelle residenti in Sicilia, l'invito a partecipare alle "regionarie", le selezioni online per definire la lista di candidati che si presenteranno alle prossime elezioni del 5 novembre".

"Rabbrividisco che da una parte ci sia Crocetta e dall'altra gli uomini di Cuffaro e Lombardo - ha aggiunto - Se vogliamo liberare l'Italia dobbiamo cominciare a liberarci dei partiti siciliani che hanno contribuito a distruggere questa terra". Il tribunale ha semplicemente accolto il ricorso di un iscritto che vuole essere in lista e, come misura cautelare, ha sospeso le regionarie. Anche quest'ultima mossa è stata già sperimentata a Genova con Marika Cassimatis e oggi come allora gli avvocati di chi ha presentato i ricorsi sono pronti a continuare la battaglia legale.

"Non sono passati nemmeno due mesi dall'approvazione alla Camera della legge che abolisce i vitalizi, quel giorno ce lo ricordiamo bene perché per la prima volta un ramo del Parlamento approvò, nero su bianco, la cancellazione del vitalizio".

Un nuovo intoppo in Sicilia rischia di appannare la scalata del M5s verso la conquista della regione e poi del governo nazionale. A seguito delle dimissioni del deputato regionale Giorgio Ciaccio, anche lui rinviato a giudizio per l' "affaire firme false", dovrebbe subentrare al suo posto.

In un post sul blog di Beppe Grillo la replica: "Il MoVimento 5 Stelle in Sicilia ci sarà, non c'è nessun rischio caos".

Il provvedimento, quindi, di fatto sospende le regionarie dei 5 Stelle che hanno incoronato Giancarlo Cancelleri, attraverso una ordinanza cautelare di blocco degli effetti del voto.

Come deve essere per ogni buon politico, anche Luigi Di Maio parlando del futuro si dimostra ottimista e fiducioso.

Raccomandato: