Alife (Caserta), Giuseppe Leggiero aggredisce la moglie: figlio Daniele lo uccide

17 Settembre, 2017, 12:47 | Autore: Santina Resta
  • Alife: uccide il padre per difendere la madre da un pestaggio, arrestato 28enne

Nel corso dell'interrogatorio la stessa ha rilasciato una confessione completa confermando di aver colpito, nel corso di una violenta lite, il coniuge con un coltello utilizzato per la lavorazione casearia.

Per difendere la madre dall'ennesimo pestaggio tra le mura di casa, avrebbe accoltellato all'addome il padre, Giuseppe Leggiero, imprenditore 50enne di Alife, in provincia di Caserta.

Giuseppe Leggiero, deceduto ieri pomeriggio presso l'ospedale di Piedimonte Matese, non è stato beffato da un incidente domestico accidentale bensì è stato assassinato dal figlio. A non convincere i militari dell'Arma, però, che nel frattempo si erano recati nell'azienda di via San Gervasio ad Alife, era stato l'aver trovato un luogo completamente pulito e senza nessuna traccia di quanto la donna e il ragazzo avevano raccontato.

La svolta nelle indagini è arrivata: Patrizia Navarra ha confessato.

Navarra Patrizia ha altresì riferito che i motivi del delitto sono da ricondurre al carattere violento ed alle continue aggressioni fisiche e minacce verbali di cui era stata vittima negli anni da parte del marito e per le quali non ha mai sporto denuncia. Il giovane reo confesso è stato tradotto in carcere. "Ho cercato di tirargli contro tutto quello che mi capitava davanti - ha detto agli inquirenti - sono riuscito a dividerli, poi lui è tornato indietro e si è scagliato di nuovo contro mia madre". In quel momento tra le mani mi è capitato il coltello che lo ha colpito al cuore. Il Pubblico Ministero, alle 5 di questa mattina, dopo l'interrogatorio, ha disposto l'immediata liberazione della donna e applicato la misura cautelare del fermo al figlio, sottoponendolo agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Raccomandato: