Casa » Sport

Ma la Red Bull dichiara guerra alla Ferrari: "Possiamo ancora vincere"

17 Settembre, 2017, 05:23 | Autore: Eufebio Giannola
  • Il contatto alla partenza tra le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen

Il tedesco della Ferrari si è preso una fantastica pole position nello spettacolare scenario notturno della gara asiatica, lasciandosi alle spalle i piloti della Red Bull Max Verstappen e Daniel Ricciardo.

La Formula 1 oggi, venerdì 15 settembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Singapore 2017 in diretta dal circuito cittadino che sorge nella città Stato del Sud-Est asiatico, per la precisione nel quartiere di Marina Bay, dove domenica si correrà il quattordicesimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. Certamente è presto per trarre conclusioni, ma la Red Bull sembra molto competitiva anche sul passo gara, e in Ferrari bisognerà lavorare molto sul setup della vettura.

In terza e quarta posizione troviamo le due Mercedes, con Hamilton a precedere Bottas.

Da registrare l'ennesimo problema tecnico per la Mclaren di Fernando Alonso che lo ha tenuto fermo ai box per qualche minuto. Il pilota Red Bull stampa uno strepitoso 1'40 " 852, rifilando oltre mezzo secondo al compagno di team Verstappen.

Già nei primissimi minuti abbiamo avuto una piccola rivelazione da parte della Ferrari e della scuderia anglo - austriaca, la quale hanno usato con entrambe le vetture un treno di soft, sintomo che difficilmente sarà un compound che verrà utilizzato in gara, anche se gli imprevisti su questa pista possono rimescolare le carte in qualsiasi momento.

"Noi e la Ferrari dovremmo poter lottare alla pari con la Mercedes, che invece ha mostrato di soffrire piste come questa". Il suo compagno di squadra, Fernando Alonso, è setttimo; seguono Sergio Perez, della Force India, il sopraccitato Raikkonen e il vicino di box di Perez, Esteban Ocon. Per la Mercedes però ci sono problemi nell'utilizzo della gomma supersoft, quella con la banda rossa, e quindi è verosimile pensare che le 'frecce d'argento' adotteranno una strategia ad una sosta, contro le due previste dagli altri team. Confrontando le prestazioni, anche per quanto riguarda il passo gara, Ricciardo è stato il più veloce con una media di 1'46 " 5 inanellando ben 21 giri con lo stesso treno di Ultrasoft.

Diciassettesimo e diciottesimo tempo per le due Haas, con Magnussen che ha preceduto Grosjean. Fanalini di coda sono Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson, della Sauber.

Raccomandato: