Murawski acciuffa il Foggia: il Palermo si salva allo Zaccheria

17 Settembre, 2017, 22:01 | Autore: Santina Resta
  • Il Foggia dura un tempo, 1-1 allo Zaccheria contro il Palermo

Il Palermo prova a riprendere il controllo della partita ma Guarna è prodigioso a chiudere al 40' lo specchio della porta a Nestorovski, servito dal cross partito dalla corsia mancina da parte di Coronado. Il centrocampista francese conferma di essere in ottima forma.

Al 26´ è nuovamente sfortunato Mazzeo, che colpisce la traversa a Posavec battuto da posizione defilata. Prima Gnahorè ci prova dai 20 metri, con un tiro a giro che termina di poco fuori. Cambia anche Tedino. Dentro Embalo e Murawski per Trajkovski e Jajalo. In campo, infatti, sembrerebbe essere rimasto soltanto il Foggia.

Inizio della partita in cui sono i satanelli a provare a spingere con maggiore decisione, mentre i rosa si affidano soprattutto alla qualità dei propri interpreti: qualità che manca a Trajkovski, che al 10' non trova la porta da posizione defilata, su assist di Aleesami da sinistra. Dei tanti palloni capitati nella sua zona di influenza sui rinvii di Posavec, il macedone, che è così bravo a difendere la palla e ad anticipare l'avversario letteralmente piantandosi in terra, non è riuscito a controllarne neanche uno.

Occasionissima per Mazzeo quando il cronometro segna la metà della prima frazione: Fedato allarga per Rubin che propone un cross basso al centro sul quale c´è un velo di Agnelli, Nicastro vede e serve Mazzeo il cui tiro di destro praticamente a botta sicura termina di un soffio sul fondo. Imprecisa è anche la mira del tiro da fuori di Gnahoré mentre è provvidenziale Guarna a bloccare in due tempi il tiro di Nestorovski, lanciato da Jajalo che aveva precedentemente vinto il contrasto fisico con Fedele. Momento negativo per la squadra di Stroppa che non è riuscita a riprendersi dopo il 5-1 subito ad Avellino. Questa volta le scelte tecniche danno sicuramente ragione a Tedino. Contropiede del Palermo all'87' con Coronado che innesca Rispoli, la cui conclusione termina alla sinistra dell'estremo difensore di Stroppa. Il Palermo però non va oltre l'1-1 e si proietta già al prossimo impegno di campionato martedì sera al Renzo Barbera contro il Perugia primo in classifica e reduce da una grande vittoria contro il Parma. Gol che dà fiducia al Palermo che nei minuti successivi rischia addirittura di portare a casa i tre punti, prima con Rispoli e poi ancora con Embalo che sfiora un gran gol con un tiro violentissimo che finisce fuori di pochi centimetri.

Rossoneri in campo col 4-3-3: Guarna tra i pali, Loiacono, Camporese, Martinelli, Rubin in difesa, Agnelli, Vacca, Fedele in mezzo al campo, Nicastro, Mazzeo, Fedato a formare il tridente d'attacco.

PALERMO: Posavec 6; Cionek 5,5, Struna 6, Bellusci 6; Rispoli 5,5, Gnahoré 6,5 (88' Chochev), Jajalo 5,5 (75' Murawski 7), Aleesami 6; Coronado 6,5, Trajkovski 5,5 (63' Embalo 6,5); Nestorovski 5,5.

Raccomandato: