Regionarie M5S Sicilia, il tribunale conferma la sospensione

19 Settembre, 2017, 14:21 | Autore: Santina Resta
  • La decisione del Tribunale di Palermo. IN AGGIORNAMENTO

Il Tribunale di Palermo ha sospeso l'esito delle Regionarie del Movimento 5 Stelle. Mauro Giulivi, l'escluso che aveva fatto ricorso - difeso dagli avvocati Lorenzo Borrè (ormai bestia nera del Movimento) e Riccardo Gentile - è stato reintegrato d'imperio nella possibilità di partecipare alle elezioni, e sono da rifare le regionarie che hanno eletto tutti i candidati palermitani alle elezioni regionali.

Il giudice ha bloccato il provvedimento a carico di Giulivi e ha sospeso l'esecuzione delle determine del 4 luglio con cui furono individuati i 16 candidati più votati a Palermo, inseriti nella lista per l'Assemblea regionale. Ma non solo, sempre secondo Repubblica "lo stop del giudice anche all'esito del secondo turno che ha incoronato Giancarlo Cancelleri come concorrente per la presidenza della Regione". Giulivi avrebbe ricevuto il documento da firmare in tempi strettissimi, a suo dire senza neanche avere il tempo di leggerlo, e avrebbe quindi deciso di non consegnarlo: da qui l'esclusione dalle votazioni.

La replica del Movimento arriva con un post di Giancarlo Cancelleri sul blog di Beppe Grillo.

Tutto sbagliato, tutto irregolare, tutto da rifare.

Il Tribunale conferma un principio molto importante: le mail mandate dai server della Casaleggio non sono valide per l'instaurazione di un procedimento disciplinare.

Il mero invito a fornire chiarimenti - scrive la giudice Claudia Spiga - non risulta preordinato a garantire il necessario diritto di difesa al destinatario, bensì, in assenza di alcuna esplicitazione, costituisce un semplice invito informale a chiarire la volontà in ordine all'invito alla sottoscrizione del cosiddetto codice etico, o ancora a fornire le eventuali motivazioniCosa succede adesso al Movimento 5 Stelle in Sicilia?

Il problema principale sarà il tempo a disposizione per trovare una soluzione, dato che entro il 6 ottobre dovranno essere presentate le liste ed entro sabato 23 settembre devono essere depositati i simboli. Lo staff del Cinquestelle sta valutando in queste ore come risolvere la situazione. La prima è una ripetizione delle selezioni on-line, sia del primo che del secondo turno.

L'organizzazione delle votazioni online richiede infatti un lungo periodo di organizzazione e mettere in moto la macchina in pochi giorni sarebbe una vera e propria impresa. La seconda soluzione è quella utilizzata anche in parte per Marika Cassimatis: espellere Giulivi facendo decadere così il suo legittimo interesse nelle primarie, visto che sarebbe impossibilitato a candidarsi.

Raccomandato: