Nobel chimica 2017 ai pionieri dellla crio-microscopia elettronica

05 Ottobre, 2017, 12:18 | Autore: Fausta Monteleone
  • 20171004_122024_C8694396

Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson sono i padri della crio-microscopia elettronica a singola particella, un metodo di visualizzazione di particelle molecolari che sfiorano le dimensioni atomiche, che ha portato a un livello molto più avanzato l'informazione che si può avere dalla microscopia elettronica, con una metodologia molto più semplice e immediata rispetto alla cristallografia. "Il crio- microscopio - è scritto nella motivazione della Royal Swedish Academy of Sciences - rivoluzionerà tutto ciò riempiendo di immagini quegli spazi bianchi".Il crio-microscopio elettronico è un apparecchio alto tre metri, funziona a meno 196 gradi e fa vedere quasi ogni atomo di cellule e virus.

Hanno mostrato ciò che era invisibile all'occhio umano. Questa è una delle diverse caratteristiche che rendono rivoluzionario il crio-microscopio. Lo ha annunciato l'Accademia delle scienze di Stoccolma.

"I ricercatori ora possono congelare i mezzi movimenti delle biomolecole e visualizzare i processi mai visti prima, che sono decisivi sia per comprendere le basi della chimica, sia per lo sviluppo della farmaceutica".

Raccomandato: