Muore in ospedale:manager,nessun ritardo

06 Ottobre, 2017, 10:52 | Autore: Fausta Monteleone
  • Paziente va in choc anafilattico e muore durante la Tac   
                       
                
         Oggi alle 15:24

La tragedia si è consumata due giorni fa all'Ospedale del Mare a Napoli, ma la notizia è giunta alla ribalta della cronaca solo oggi in seguito alla denuncia che, la moglie della vittima, ha presentato alla caserma Raniero. Sospetta pancreatite la diagnosi d'ingresso all'ospedale della Doganella dove il paziente era giunto nella notte di lunedì 2 ottobre in preda a lancinanti dolori addominali. Per oltre un'ora i medici hanno tentato di portare in vita l'uomo, ma il cuore però purtroppo ha smesso di battere e non ha più ripreso e soltanto dopo un'ora i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso e avvisare i parenti che si sono precipitati immediatamente in ospedale. Adesso sul caso indaga la procura, che ha disposto il sequestro della salma e della cartella clinica del paziente.

È stata aperta un'indagine e disposta l'autopsia. Si lavora per ricostruire con esattezza ogni passaggio in quelle drammatiche ore di ricovero del medico. E' deceduto presso l'Ospedale del Mare di Napoli. Qui, dopo i primi esami, (elettrocardiogramma, prelievi, per accertare un eventuale infarto, ecografia e radiografia e una terapia a base di farmaci protettivi della mucosa gastrica) è stata formulata diagnosi di sospetta pancreatite acuta. A raccontare i frangenti è la denuncia presentata dalla moglie del paziente. Spetterà alla Magistratura valutare se la morte del medico sia stata determinata da un effettivo ritardo della struttura ospedaliera o da altra fattori indipendenti.

Raccomandato: