Windows Phone è morto — Microsoft lo ammette

09 Ottobre, 2017, 18:53 | Autore: Piera Gizzi
  • Facebook

Come saprete già Joe Belfiore, il personaggio chiave di Windows Phone, è ritornato dal suo anno sabbatico e ha cominicato a rispondere alla marea di tweet inviati dai fan.

La situazione che in cui si trova la piattaforma mobile targata Microsoft è chiara già da tempo. Aggiornando Windows 10 con diversi giorni di anticipo, i cracker possono tranquillamente controllare cosa è stato aggiornato e usare le brecce di sicurezza corrette per attaccare Windows 7 o 8, che ancora aspettano il loro update. Allora come muore Windows Phone?

Non solo: il team di Google chiamato Project Zero, accusa Microsoft di aggiornare solamente le versioni più recenti dei suoi sistemi (in questo caso Windows 10) lasciando scoperte quelle versioni del sistema operativo precedenti ma che ancora molti utenti utilizzano. Joe Belfiore così è stato incalzato da alcuni utenti che hanno voluto sapere anche i dettagli e le motivazioni che hanno portato a questa decisione drastica. Gli imprevisti però non sono stati pochi è tra gli errori di Microsoft che il poco sviluppo di App, l'insuccesso è arrivo. I risultati sono stati pessimi, d'altronde, va riconosciuto che su Windows Phone non c'è mai stata la stessa varietà di scelta per quanto riguarda app e giochi che invece abbondano su Android e iOS.

La multinazionale ha deciso quindi di essere realista, abbandonando il proprio prodotto in favore di un approccio multipiattaforma: preso atto della popolarità di Android e iOs, Microsoft ha iniziato a portare sui sistemi concorrenti le proprie applicazioni, come quelle di Office.

Belfiore tende a sottolineare che i dispositivi in commercio riceveranno comunque bug fix e aggiornamenti per la sicurezza ma l'azienda non ha intenzione di sviluppare nuove funzionalità software o creare un nuovo hardware (smartphone) in grado di diffondere la piattaforma.

Raccomandato: