Casa » Sport

Nuoto, lite tra Pellegrini e Paltrinieri

10 Ottobre, 2017, 10:16 | Autore: Eufebio Giannola
  • Federica Pellegrini

La polemica è stata innescata da Federica Pellegrini, che all'assegnazione del premio al coach di Gregorio Paltrinieri e Detti, ha sbottato su twitter. Dopo l'annuncio del premio ad aprire le danze delle polemiche ci ha pensato allora proprio la Pellegrini con un post su Facebook nel quale si rammaricava del fatto che il premio non fosse andato all'allenatore di una doppia medaglia d'oro come lei.

Ma riannodiamo il nastro. I due campioni ai Mondiali di Budapest 2017 (rispettivamente nei 200 e nei 1500 stile libero) non se le mandano a dire ed accendono un caso spinoso. Sapete perché non ci riesco?! Ho vinto l'unico oro che mi mancava nei 200 stile ai mondiali di vasca corta e ho vinto dopo sei anni il mio terzo oro nei 200 stile ai mondiali di Budapest a 29 anni!

"Morini quest'anno con i suoi atleti ha vinto quattro medaglie mondiali". Una decisione criticata duramente dall'azzurra, che senza giri di parole in un lungo sfogo sui social aveva sostenuto che quel premio lo meritava il suo tecnico, Matteo Giunta. Ora non è col silenzio che si può uscire da questa tempesta ma da un modo più saggio di gestire le situazioni, il gruppo che non può dilaniarsi oltremodo.

Greg è stato informato dell'uscita della collega a Melbourne, in Australia, dove si sta allenando. Le ho trovate parole poco rispettose nei confronti del Moro (il soprannome di Morini ndr) e di chi ha vinto con lui. E' un premio federale, non l'Oscar. Capisco il desiderio di sostenere gli indubbi meriti del proprio tecnico, ma non lo si deve fare screditando il lavoro degli altri. È chiaro che Federica è brava, è forte, ma ripeto, si tratta di un premio, non è niente di che, non doveva prenderla sul personale, su queste cose bisognerebbe volare basso. La bravura di un tecnico non va a discapito della bravura dell'altro, non significa che Giunta sia scarso. Siamo tutti compagni di nazionale, questo tipo di puntualizzazione non dovrebbe esistere. Tre foto di oggi sintetizzano la delicatezza del momento: Greg e Fede che poche settimane fa festeggiavano insieme, Magnini che cita Volaire in attesa di chiarire la sua posizione sul caso Porcellini, e la tranquillità assoluta che sta vivendo un allenatore italiano emigrato in Svizzera. Il primo tweet della nuotatrice iridata è stato quello in cui si legge: "mancare di rispetto vuol dire insultare... e qualcuno verrà querelato per questo... io non l'ho mai fatto ma ho una mente pensante e LIBERA!"

Continua a non esserci pace per il movimento del nuoto azzurro.

Raccomandato: