Abusava del fratellino su richiesta della "fidanzatina"

11 Ottobre, 2017, 21:53 | Autore: Santina Resta
  • Attendere un istante stiamo caricando il video

Tra le numerose conversazioni su Whatsapp passate al setaccio, l'attenzione degli investigatori si è concentrata in particolare sul minorenne lombardo, che non si era limitato a produrre foto di sé stesso, ritratto in atteggiamenti sessualmente espliciti da inviare alla sua "fidanzatina virtuale", ma si era spinto, dopo qualche resistenza iniziale ad esaudire le sue richieste di coinvolgere negli atti sessuali anche il proprio fratellino. Le connessioni portavano diritto al Mantovano e all'abitazione del minorenne. Sul minorenne lombardo era stato disposto il mandato di arresto europeo e oggi è stato estradato in Italia. Nei giorni scorsi il giovane è stato riportato sul territorio nazionale e ha confermato agli inquirenti l'autenticità dei fatti documentati.

La polizia aveva arrestato il pedofilo e individuato il ragazzino, che nel frattempo aveva però lasciato il Paese con la famiglia e si era trasferito in Gran Bretagna. Dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale su minore, atti sessuali con minore e divulgazione di materiale pedopornografico, aggravati dall'abuso di relazioni domestiche.

Tutto aveva avuto inizio con l'amicizia nata su Facebook tra l'adolescente e una apparente "ragazza 17enne, dall'aspetto avvenente", che pian piano lo ha indotto ad abusare sessualmente del fratellino e a soddisfare le sua fantasie sessuali inviandole foto e video dei rapporti. L'ordine è stato eseguito dagli organi di polizia del Regno Unito.

Attraverso l'analisi dei dispositivi in possesso dell'uomo, arrestato alla fine dello scorso luglio, dalla Polizia postale di Verona, gli investigatori sono riusciti a ricostruire i contatti che questo intratteneva con giovanissimi prevalentemente di sesso maschile.

Sono in corso ulteriori approfondimenti per accertare se il minore abbia inviato ad altri utenti i file autoprodotti e se vi siano eventuali responsabilità da parte di componenti della famiglia per gli abusi compiuti.

Raccomandato: