Gucci dice addio alle pellicce vere

12 Ottobre, 2017, 17:49 | Autore: Bianca Mancini
  • Una sfilata di Gucci durante la settimana della moda a Milano

"Essere socialmente responsabili è uno dei valori fondamentali di Gucci e continueremo a cercare di fare di più per l'ambiente e gli animali e speriamo che questa scelta possa contribuire a ispirare l'innovazione e diffondere consapevolezza, cambiando l'industria della moda del lusso in meglio", ha detto Marco Bizzarri, presidente e ad di Gucci, durante il Kering Talk 2017 al London College of Fashion.

Dopo Calvin Klein, Ralph Lauren, Tommy Hilfiger e Armani, anche Gucci dice no all'uso della pelliccia.

Mai più pellicce animali in abiti e accessori firmati Gucci.

Con il ricavato delle vendite delle pellicce di questa fredda stagione la Maison Gucci sosterrà associazioni per la difesa degli animali come Humane Society International (Hsi) e l'italiana Lav (Lega antivivisezione). A dirlo è anche Kitty Block dell'associazione Hsi, che crede che la scelta presa da Gucci sarà "un enorme effetto traino". Il rispetto degli animali è sempre più radicato nei valori delle persone e i grandi nomi della moda stanno gradualmente attuando politiche di responsabilità sociale in questa direzione.

Da quando le case di moda a stento riuscivano a comprendere il potenziale della comunicazione sul web, al momento in cui invece, ne sono diventate padrone e consapevoli, le cose sembrano prendere pieghe sempre più stupefacenti ed inaspettate, sia dal punto di vista della creatività che della capacità di sfruttare il mezzo social, non solo come vetrina, ma come strumento di scambio reale.

Raccomandato: