Casa » Sport

Catalogna, il giorno della verità: Barcellona sarà commissariata da Madrid?

21 Ottobre, 2017, 12:26 | Autore: Eufebio Giannola
  • Re Felipe di Spagna

Re Felipe VI ha sottolineato infatti i progressi di una Spagna che ha superato "gli errori del passato", menzionando in maniera velata la dittatura di Francisco Franco.

Da parte sua, riporta il sito web dell'Ansa, Re Felipe VI di Spagna ha denunciato a Oviedo l' "inaccettabile tentativo di secessione" catalano e affermato che la Catalogna "è, e sarà, una parte essenziale della Spagna". Il Primo Ministro spagnolo, Mariano Rajoy, ha dichiarato: "Sabato (oggi, ndr) il Consiglio dei ministri, com'è suo dovere, annuncerà le misure necessarie per ristabilire la legalità e la normalità istituzionale nel Paese perché non può esistere una parte dello Stato dove la legge non si applica o non esiste". Ha successivamente continuato Re Felipe VI: "La Spagna sta affrontando un tentativo non accettabile di secessione da parte del suo territorio nazionale: verrà risolto per mezzo delle sue legittime istituzioni democratiche, nel rispetto della Costituzione e attenendosi ai valori e ai principi della democrazia parlamentare".

Nel frattempo, il Governo e il Psoe hanno raggiunto l'intesa sull'applicazione dell'articolo 155, che prevede il commissariamento della Catalogna, con l'assorbimento delle funzioni della Generalitat. Il capo negoziatore del Psoe, Carmen Calvo, ha spiegato che Tra le altre cose, Madrid prenderà il controllo dei Mossos, la polizia catalana, dei media pubblici Tv3 e Catalunya Radio, oltre che dei conti della Generalità e delle competenze del presidente Carles Puidgemont.

Nel mondo dell'indipendentismo siciliano non si muove invece foglia, a parte strane trasversali alleanze pre-elettorali che possono creare solo nuove dipendenze. Una apprensione avvertita anche a Wall Street, con Ibex 35 (indice che raccoglie gli istituti a maggiore capitalizzazione della Spagna) che apre in lieve calo. 155 della Costituzione spagnola.

Raccomandato: