Grande Fratello Vip, dopo la squalifica Gianluca Impastato ringrazia tutti tranne Malgioglio

21 Ottobre, 2017, 06:17 | Autore: Bianca Mancini
  • Grande Fratello Vip dopo la squalifica Gianluca Impastato ringrazia tutti tranne Malgioglio

"Credo sia stata compiuta un'ingiustizia perché quello che ho detto è avvenuto in una situazione conviviale, ero molto sereno, non ero in un impeto di rabbia per cui ho bestemmiato". Parlando con Luca Onestini, il piccolo di casa Rodriguez ha detto: "Sto male, non mi interessa né restare, né uscire". "Per me era un riferimento assoluto (...) Ho perso un riferimento, colui che mi guidava in una direzione precisa" ha spiegato Bossari descrivendo il suo dolore. "Credevo anche che la mia permanenza in casa sarebbe stata più lunga, però magari riuscirò ad apparire anche in questa edizione", ha raccontato il comico, che oggi sarà ospite a Verissimo.

"Ci hai messo un po' di più ad ambientarti, ma è normale, è una questione di carattere" - ha dichiarato Daniele, spiegando come anche lui in passato abbia avuto difficoltà nella socializzazione. L'ex conduttore di "Mistero" ne approfitta per confessare di sentirsi "molto bene" nella Casa del GF Vip 2017: "E' strano dirlo, ma mi sento come se fossi realmente a casa - confessa - come se questo posto mi appartenesse un po', come appartiene a tutti voi". "Non ho più voglia di scherzare" ha detto durante una conversazione con Aida Yespica e Giulia De Lellis aggiungendo che non è preoccupato per il televoto (la sfida è con la pallavolista Veronica Angeloni) ma di essersi "stufato del gioco". "Non riesco a stare in piedi, non vedo niente" ha ammesso il marito di Filippa Lagerback. Aprire la valigia e trovare questo mi fa pensare che tutto sommato ho lasciato un bel ricordo e delle persone speciali. In modo prolungato, non mi passava.

Nelle ultime ore Daniele Bossari si è mostrato visibilmente provato sia psicologicamente che fisicamente. Nei giorni scorsi, il Grande Fratello ha anche concesso al conduttore di lasciare la casa per dare l'ultimo saluto a quello che per Bossari, non era solo un agente ma un amico.

Raccomandato: