Morti tre bambini e il padreun altro in gravi condizioni

22 Ottobre, 2017, 13:35 | Autore: Santina Resta
  • Casa in fiamme a Como morti padre e tre figli

Il rogo si è sviluppato questa mattina all'ultimo piano di una palazzina a San Fermo della Battaglia. La quarta figlia, una bambina di 6 anni, è stata salvata a stento dai medici, dopo che era stata intossicata gravemente dal fumo. Il 49enne, da tempo in Italia e che si trovava in condizioni di indigenza dopo aver perso il lavoro, spinto dalla disperazione e, forse, dalla paura che le istituzioni gli togliessero i figli, avrebbe appiccato un incendio nell'alloggio in cui lui e i quattro bambini abitavano, gestito da un ente assistenziale e per cui non pagavano l'affitto.

L'allarme è scattato quando alcuni residenti hanno visto del fumo fuoriuscire dalla casa. Era stata ricoverata prima all'ospedale di Cantù (Como) e poi trasferita in ambulanza a Milano, nel reparto di terapia intensiva pediatrica dove ogni cura è stata inutile. I bambini sono statoi portati tutti in ospedale, ma tre di loro sono morti perchè non c'è stato modo di ossigenare il loro sangue. "Si cercava di dare un sostegno ai loro bisogni" ha spiegato Landriscina che ha incontrato la mamma. Non si esclude che sia stato un atto volontario: l'incendio potrebbe essere stato appiccato dall'uomo. Il numero dei morti quindi sale a quattro. Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi e i vigili del fuoco, che hanno ricevuto la chiamata d'urgenza dai vicini. I vigili del fuoco sono arrivati in pochi minuti, ma per l'uomo er agià tardi. Il papà era un uomo molto dignitoso. Era un immigrato regolare sul territorio nazionale.

Dal 2014, si sottolinea dal Comune, era stato attivato l'housing sociale in seguito a uno sfratto che aveva colpito la famiglia, insieme ad altre misure che i servizi sociali mettono a disposizione per le situazioni di disagio economico.

Raccomandato: