Visco: "Nessuna esitazione nel dar conto del nostro operato"

01 Novembre, 2017, 14:01 | Autore: Doriano Lui
  • Ora però lasciate
in pace Bankitalia

Ignazio Visco è intervenuto in occasione della Giornata del Risparmio, la sua prima uscita pubblica dopo la riconferma. Il nostro paese anche in questo caso risulta ostaggio di una politica fatta dai demagoghi e nel tunnel in cui ci troviamo non si vede luce all'orizzonte. "La tutela del risparmio - ha detto Visco - richiede stabilità monetaria e stabilità finanziaria; le decisioni e gli interventi di banca centrale e di vigilanza le perseguono con determinazione; sui comportamenti delle singole banche la supervisione è ferma e intensa". Le banche, ha aggiunto "sono imprese" e "anche in presenza di difficoltà la vigilanza non può sostituirsi agli amministratori".

La supervisione sulle banche "riduce significativamente la probabilità che si verifichino crisi bancarie, ma non può annullarla". Il governatore ha poi dedicato un passaggio a ripresa e lavoro. Continuando ha spiegare come la recente istituzione del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria siano "indice dell'importanza che le autorità italiane assegnano all'obiettivo di accrescere la consapevolezza dei cittadini in materia finanziaria, assicurativa, previdenziale".

La questione della nomina del governatore della Banca d'Italia si è chiusa come avrebbe dovuto fin dall'inizio, ossia con il previsto reincarico a Ignazio Visco.

Raccomandato: