Insaziabile Buffon: "Se andiamo in Russia sarò nella leggenda"

08 Novembre, 2017, 21:43 | Autore: Doriano Lui
  • Capitani dell'Italia Buffon con la Svezia può raggiungere Cannavaro | Sport e Vai

Il prossimo spareggio Mondiale Svezia Italia potrebbe consegnare agli annali del calcio un altro record per Gigi Buffon: il portiere della Juventus e della Nazionale italiana, infatti, potrebbe diventare il primo calciatore a disputare sei Mondiali consecutivi. "L'importante è che il risultato finale sarà lo stesso di vent'anni fa". E' passato tanto tempo e sicuramente mi manca quella spensieratezza e quella spavalderia tipica di chi è giovane.

Il portierone della Nazionale ha esordito con la maglia azzurra proprio 20 anni fa in uno spareggio mondiale contro la Russia, vinto per accedere al Mondiale del 1998. "Per me, la qualificazione vorrebbe dire entrare nella leggenda". Allora ero più spavaldo, nel corso degli anni maturi e impari a contare fino a dieci prima di parlare. "Una volta combattevo l'ignoto con un eccesso di esuberanza che poteva sembrare irriverenza nei confronti e del mondo, adesso invece so bene a cosa vado incontro". La loro metodicità, fanno le stesse cose e le sanno fare bene. Con queste squadre se giochi da 6 perdi, se giochi da 6,5 pareggi, se lo fai da 7 in su vinci. Proseguendo con l'intervista, alla domanda sul ct Ventura Gigi risponde: "Abbiamo fiducia nel ct, ed al modulo 3-5-2, penso che Ventura non abbia ancora deciso che tipo di partita faremo, anche perché è solo un giorno che stiamo insieme e secondo me, vuole monitorare anche le condizioni di ogni singolo elemento, per poter scegliere il modulo migliore per farci esprimere al meglio'". Non dobbiamo sentire la pressione esterna. Il confronto del Filadelfia tra noi azzurri è stato fatto passare come un qualcosa di eccezionale, invece è normale che dei professionisti, quando non riescono a esprimersi, debbano essere disponibili a qualsiasi confronto per superare gli ostacoli. "Andremo al Mondiale? 20 anni fa ti avrei detto sì, oggi ti dico che lavoriamo per questo".

Raccomandato: