Messina: arrestato per evasione fiscale neo-deputato regionale De Luca

09 Novembre, 2017, 13:53 | Autore: Doriano Lui
  • Evasi 1 milione 750 mila euro arresti domiciliari per Cateno De Luca

Una nuova ombra, dunque, si allunga sul neoeletto deputato, capace di raccogliere 5418 preferenze nella lista messinese di Udc - Sicilia Vera.

Finito ai domiciliari insieme a Carmelo Satta, i due, in base alle indagini coordinate dalla Procura di Messina, sarebbero i "promotori di un'associazione a delinquere destinata all'evasione di circa 1.750.000 euro", spiega la Guardia di finanza.

Nel dettaglio, attraverso le indagini è stato individuato un complesso reticolo societario facente capo alla Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori ed alla società CAF FE.NA.PI. s.r.l., riconducibile, direttamente o indirettamente, al DE LUCA e al SATTA, utilizzato, nel corso del tempo, per porre in essere un sofisticato sistema di fatturazioni fittizie finalizzate all'evasione delle imposte dirette ed indirette.

"Lo schema evasivo - dicono gli inquirenti - emerso prevedeva l'imputazione di costi inesistenti, da parte della Federazione Nazionale a vantaggio del Caf Fenapi s.r.l., individuato quale principale centro degli interessi economici del sodalizio criminale".

Oltre ai due arrestati, sono state denunciate a piede libero altre otto persone.

Il consigliere regionale Catena De Luca è ora agli arresti domiciliari, aveva espresso l'intenzione di candidarsi a sindaco di Messina.

Raccomandato: