Veneto Banca, Consob: "Bankitalia non segnalò nessun problema"

09 Novembre, 2017, 15:49 | Autore: Doriano Lui
  • Banche venete, Consob accusa Bankitalia

Nel corso dell'audizione, il direttore generale, Angelo Apponi ha rivelato che "nel 2013, in prossimità dell'aumento di capitale di Veneto banca, la Banca d'Italia inviò una lettera alla Consob in cui si segnalava che l'operazione sarebbe stata "strumentale al perseguimento degli obiettivi del piano" dell'Istituto di credito e "non escludeva eventuali acquisizioni che avessero avuto determinate caratteristiche".

Questo l'affondo del Dg Consob Angelo Apponi nel corso della testimonianza dinanzi alla Commissione banche in cui gli veniva chiesto perchè non fosse intervenuta nonostante ci fossero segnali di crisi dell'istituto veneto.

"Le reazioni della Consob - ha spiegato ancora Apponi - dipendono dal tipo di informazioni e dalla convergenza di indizi".

Dunque, all'epoca Consob non aveva indizi sufficienti per fare un'ispezione. "Ci viene detto (nella comunicazione ricevuta da via Nazionale, ndr) che il prezzo è alto". Apponi ha quindi ribadito che "se avessimo avuto segnali di quella profondità avremmo reagito in maniera diversa". Da Bankitalia arrivarono stralci della relazione relativa al prezzo delle azioni nel 2015.

Raccomandato: