Gentiloni: ritorno a crescita non va sprecato, manovra "snella e mirata"

11 Novembre, 2017, 17:56 | Autore: Santina Resta
  • Gentiloni il Cdm ha approvato la riforma della Protezione civile

E sottolinea "La mia generazione ha conosciuto tre fasi". E' quanto afferma il premier, Paolo Gentiloni ad Assago, intervenendo al meeting del Cuamm dal titolo "Medici per l'Africa". Gentiloni, che è stato accolto al suo arrivo a Bergamo dal presidente della Brembo, Alberto Bombassei, nel suo intervento ha sottolineato che la Legge di Bilancio messa a punto dal Governo è "snella e mirata, concentrata su alcuni obiettivi. E ha aggiunto che alla spinta a moltiplicare i segnali di fumo dobbiamo opporre un motto antico, "frenare per correre", che a Roma si direbbe "diamoci una calmata".

Il sindaco di Milano Beppe Sala ha rivendicato l'accoglienza della sua città e lanciato una stoccata ai sindaci leghisti: "Noi accogliamo e accoglieremo sempre - ha detto - ma ci sono sindaci che non fanno appieno la loro parte". La richiesta di maggiore autonomia di Veneto e Lombardia, per Gentiloni "è una rivendicazione di efficienza, non di egoismo, che deve essere una rivendicazione di protagonismo nella solidarietà, non di separatismo". Troppo a lungo si è parlato in consessi nazionali - prestigiosi ma anche un po' ovattati - di come affrontare la sfida di quel cambiamento necessario che si può chiamare in tanti modi (impresa, accademia, ricerca, trasferimento tecnologico) ma che in ultima analisi riguarda il lavoro e la competitività. "Bisogna concentrare le misure su alcuni asset fondamentali che Parlamento e Governo devono indicare" ha aggiunto il premier. Nessuna dichiarazione ai giornalisti, se non una breve risposta a chi gli aveva chiesto se sarebbe tornato lunedì per seguire Italia-Svezia a San Siro: "Tifo da casa", ha sorriso Gentiloni.

Raccomandato: