Roberto Spada fermato per l'aggressione al giornalista

11 Novembre, 2017, 13:00 | Autore: Santina Resta
  • Il litorale di Ostia

Roberto Spada è stato fermato con le accuse di lesioni aggravate e violenza privata con l'aggravante di aver agito in un contesto mafioso secondo l'articolo 7 della legge 152 del 1991. Come evidenzia lo stesso Rampelli, la Raggi "ha avuto due anni per intervenire togliendo i locali a quella famiglia e contemporaneamente garantire le attività sportive e sociali ai ragazzi del quartiere, ma ha trovato solo il tempo per sfrattare FDI (da Colle oppio, sezione chiusa all'alba del 1° Novembre, ndr), non quello per ripristinare la legalità a Ostia".

Piervincenzi stava facendo domande sull'appoggio del clan Spada a Luca Marsella di CasaPound, quando è stato colpito prima al volto, poi inseguito e aggredito con un bastone. Ci viene chiesto di prendere le distanze ma per prendere distanze ci vuole vicinanza. I carabinieri si sono recati a casa di Roberto Spada a Ostia. Ma che in tutto questo il m5s ritrovi - grazie alla gogna mediatica contro CasaPound - una assoluta "verginità" in materia di avversione alla stampa e la Destra italiana diventi il mostro di turno, ha realmente del fenomenale.

"Chiediamo alla magistratura che apra un fascicolo d'inchiesta per sapere qual è il rapporto tra noi e il clan Spada per tirare fuori la verità su questa vicenda, così che sia resa pubblica". "Dunque, il candidato Marsella di CasaPound ha paura di dire sì, gli Spada sono criminali e non vogliamo i loro voti". A Spada è stata contestata anche l'aggravante dei futili motivi. I legami di amicizia di Marsella con Roberto Spada sono in realtà noti, e mai smentiti, anche perché non smentibili. "Certo siamo scossi, sia io che Edoardo Anselmi - ha aggiunto -".

Secondo il pm Giovanni Musarò, che domani chiederà al gip la convalida del fermo e l'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare, Spada, forte anche di un manganello e di un gruppo di persone riunite per l'occasione, ha ostentato in modo evidente e provocatorio una condotta idonea a esercitare sui soggetti passivi quella particolare coartazione e quella conseguente intimidazione che è tipica delle organizzazioni mafiose. Non a caso Alemanno, dopo le elezioni, ha detto "se la Picca ci contatta, valuteremo". "Siamo stati vittime di attacchi che non hanno nessun fondamento. Non sosteniamo nessuno al ballottaggio".

Raccomandato: