Italia-Svezia, Andersson contro le polemiche: "Le partite si giocano in campo"

12 Novembre, 2017, 21:03 | Autore: Doriano Lui
  • Italia-Svezia Ekdal

Reazione che non ha sorpreso per nulla il centrocampista ex Cagliari: "Non mi sorprende la reazione italiana perché da voi è sempre un argomento".

Ancora alta tensione tra Italia e Svezia alla vigilia del playoff di ritorno che si giocherà lunedì sera a 'San Siro', si parte dall'1-0 dell'andata a favore degli scandinavi. Ma adesso conta solo la gara di domani: l'Italia ha fatto quasi tutti i Mondiali e deve vincere. Ci aspettiamo un avversario diverso rispetto a quello di venerdì: più carico, aggressivo e con una voglia maggiore. L'Italia un po' mi ha impressionato in negativo. I favoriti restano gli azzurri e la pressione è tutta su di loro. Il problema sarà non subirne. "Confermo la mia fiducia nell'arbitro di domani, sono certo che fara' bene, cosi' come sono certo che faremo bene anche noi e in modo sportivo". "Però tutto può ancora cambiare". Bensì due. Sul campo e anche a parole, e a gesti, con le provocazioni prima e durante la partita. Infine sull'atteggiamento che potrebbe tenere l'Italia: "Non ci aspettiamo una squadra subito offensiva, per loro il rischio di prendere un gol è troppo alto". Se poi facciamo gol, abbiamo ancora più chance. In questo momento l'Italia pensa solo a come "sistemare" la questione Svezia, una questione Mondiale che è diventata più complicata dopo il pallone deviato involontariamente da De Rossi e finito alle spalle di Buffon alla Friends Arena.

Raccomandato: